Diversi racconti della creazione, diverse immagini di Dio

26 Agosto 2021

Nei primi due capitoli della Genesi, si narrano due diversi resoconti della creazione. Il primo (Gen 1,1-2,4) è generalmente datato al VI sec. a.C. e sarebbe stato scritto dagli ebrei che furono esiliati i Babilonia.

Il secondo, (Gen 2,4 ss.) sarebbe stato scritto nella stessa epoca, ma sarebbe stato scritto dagli ebrei che erano restati in patria, in Giudea. Questo è, in linea di massima, la tesi che gran parte degli studiosi di Antico Testamento condividono.

Diverse immagini di Dio: gli ebrei esiliati

Questo è il contesto storico e sociale da cui bisogna poi saper sapientemente inquadrare gli elementi che compongono il racconto, immagini di Dio comprese. Nel primo capitolo, Dio viene raffigurato come un essere trascendente, al di fuori della scena umana e che crea avvalendosi della parola.

Egli viene presentato come il Dio del cosmo, che crea tutto ciò che esiste (cfr. Gen 1,1) sconfiggendo le tenebre e facendo emergere la terra. Questa immagine direi “cosmopolita” di Dio deriva dal contatto degli ebrei con la cultura e la mitologia babilonese.

Gli ebrei, lontani dalla patria, dovettero faticare non poco a coniugare la loro immagine di Dio con il contesto in cui abitavano. Ecco che allora, essi dovettero raffigurarsi Dio come il creatore del cosmo. Quel Dio nazionale che essi conoscevano, era allora anche il Dio creatore del mondo e di tutto ciò che esiste.

L’immagine di Dio secondo i giudei rimasti in patria

Nel secondo (ed anche nel terzo capitolo) racconto della creazione, Dio, invece, viene raffigurato in modo diverso. Non si tratta di un dio diverso, ma di un contesto storico e sociale diversi.

Il Dio che plasma l’uomo dalla terra (cfr. Gen 2,7), che costruisce un giardino e che ordina di coltivare la terra è il Dio di contadini, di gente abituata a lavorare la terra. Proprio come quei “campagnoli” che furono lasciati in Giudea dai Babilonesi che si portarono via invece il meglio della popolazione e dei beni (cfr. Ger 52).

Quest’ultima immagine di Dio è presente, anche se un po’ modificata, anche nel capitolo terzo della Genesi, dove si narra il racconto della trasgressione dei primi due esseri umani. Un Dio vicino alla terra, dunque, concreto e che passeggia nel giardino dell’Eden, un dio quindi che è vicino all’uomo e alle sue quotidiane occupazioni.

Photo by JOHN TOWNER on Unsplash

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

YHWH fu un personaggio storico crudele e bellicoso? (Prima parte)

YHWH fu un personaggio storico crudele e bellicoso? (Prima parte)

I racconti di conquista di Canaan da parte degli Ebrei capitanati da Giosuè, offrono numerosi paralleli con i testi neo-assiri. In generale, i testi di conquista neo- assiri sono caratterizzati da una evidente propaganda a favore del re. L'ideologia neo-assira Il fine...

Le traduzioni della Bibbia nelle diverse lingue moderne

Le traduzioni della Bibbia nelle diverse lingue moderne

La Bibbia è considerata uno dei testi più antichi e influenti nella storia dell'umanità, essendo al centro della fede e della spiritualità di miliardi di persone in tutto il mondo. Originariamente scritta in ebraico, aramaico e greco, la sua traduzione nelle lingue...

Come si è formata la Bibbia? – (Nona parte)

Come si è formata la Bibbia? – (Nona parte)

Fino alla fine degli anni sessanta, la teoria di Martin Noth - ossia quella di un unico autore per il Dtr ( = Deuteronomista) - rimase sostanzialmente invariata, trovando principalmente conferme e qualche piccola rettifica. Tra i sostenitori, va annoverato anzitutto...

Lettura matriarcale di Genesi 2-3

Lettura matriarcale di Genesi 2-3

Proviamo a leggere Genesi 2-3 in un contesto "matriarcale", dove il sesso femminile è quello dominante; il sesso maschile invece è subordinato. Genesi 2,15: Il Signore Dio prese l'uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse. L'uomo...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

L’allenza di Dio con Noè e le leggi noachiche

L'alleanza di Dio con Noè rappresenta un momento cruciale nella narrazione biblica, simbolizzando un rinnovo dell'ordine mondiale dopo il Diluvio. Essa è caratterizzata principalmente dalla promessa divina di non distruggere più la Terra con un diluvio e dalla...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

9 + 9 =

error: Il contenuto è protetto