דֶּרֶךְ

DEREK

Quante cose ho fatto nella vita, quante esperienze vissute, quante strade percorse! Quando ero ragazzo, volevo fare il prete, credendo che quella fosse la strada giusta per me, per poi ricredermi. Sbagliai? No! Perché non avrei mai pensato di studiare la Bibbia, anche se essa era la mia più grande passione.

Un po’ più grande, volevo partire per l’Inghilterra, a fare il ricercatore di scienze bibliche a Sheffield. Ma anche ciò non accadde. Ho perso tempo? No! Perché non avrei mai conosciuto persone che poi mi condussero – a loro insaputa – a lavorare all’università.

Ho poi lasciato anche l’università, dove ero direttore della biblioteca, scegliendo di stare in un posto assai lontano dai miei interessi. Sbagliai anche allora? No! Perché non sarei quello che sono oggi. Un uomo felicemente sposato e padre di due bellissimi figli. Un uomo che, da qualche anno, ha deciso di condividere la sua passione e la sua professionalità con te che leggi queste righe e che spero apprezzerai quello che ti offro in questo sito.

La strada che sto attualmente percorrendo è iniziata cinque anni fa, quando dovetti decidere non tra diverse possibilità, ma tra due: vivere o morire. Non una strada tra le altre, ma la VIA, in ebraico דֶּרֶךְ (derek).

Perché solo se si imbocca la via della vita, ogni altra strada che poi si segue, ogni altra scelta quotidiana è fatta nella verità di se stessi. Solo se si sceglie la vita si acquisisce un fiuto, un sesto senso che ti guida, infallibilmente. Infatti, derek non è solo la strada, ma anche il “modo” in cui la si percorre, in poche parole lo “stile” di vita.

Prima di quella fatidica data di fine maggio, ogni mattina dovevo reinventare la vita, fare questo piuttosto che quello, qualcosa di più eccitante, un fuoco di paglia. Sbagliavo tutto? No! Perché quella fatale accidia mi portò proprio a quel famoso bivio, dove in fondo volevo giungere per iniziare a vivere, oppure per scomparire… La vita È la via maestra, la sostanza stessa dell’esistenza.

Da cinque anni a questa parte, non mi perdo neppure una particella della vita che mi circonda e che Dio mi ha donato, senza preclusioni o schemi mentali. Perché so quale ne è l’origine che sono andato a cercare – o a ricercare – nel libro della (mia) vita: la Bibbia.

Da un nuovo modo di leggerla e comprenderla è partita la strada che sto attualmente percorrendo e che vorrei condividere insieme a te, offrendoti tutti quegli strumenti che servono a camminare bene e senza indugi verso l’obiettivo, che è sempre la vita e mai la morte.

La vita scorre sempre in profondità, perché la via che unisce tutti è sotterranea, laddove si cela anche la verità perenne. Di qui nasce il metodo che ispira i miei corsi e consulenze sulla Bibbia, ossia andare nelle profondità della Bibbia, per scoprire i tesori che vi sono nascosti.

Imparare l’Ebraico è perciò come possedere una lampada da speleologo, una luce che illumina e rischiara recessi ignoti, pieni di cose da scoprire insieme.

Sei pronto per iniziare il viaggio alla scoperta della tua strada?

דֶּרֶךְ