La società ebraica in epoca biblica

26 Ottobre 2023

settimana-santa-e-סֻכֹּ֔ת-sukkot

La base della società ebraica antica era costituita dalle dodici tribù d’Israele, ciascuna discendente da uno dei figli di Giacobbe, noti come i patriarchi (cfr. Gen 49,28).

Le tribù – in Ebraico shèvet (שֵׁבֶט) – erano le unità fondamentali della società ebraica e avevano legami storici e genealogici profondi. Ogni tribù aveva il proprio territorio, con Gerusalemme che fungeva da centro religioso.

Ogni tribù era a sua volta suddivisa in famiglie – in Ebraico mishpachàh (מִשְׁפָּחָה) – ciascuna con un capofamiglia. Queste famiglie costituivano l’unità più piccola all’interno della società ebraica, con legami familiari forti e un forte senso di appartenenza.

Il ruolo del sacerdote

Nel contesto della società ebraica, i sacerdoti – in Ebraico kohen (כֹּהֵן) – rivestivano un ruolo di grande importanza. Erano discendenti della tribù di Levi e avevano il compito di servire nel Tempio, compiere i sacrifici religiosi e insegnare la legge divina al popolo (cfr. Lev 8,1-13).

Il Sommo Sacerdote – in Ebraico kohen gadol (כֹּהֵן גָּדוֹל) – era il sacerdote di rango più elevato, aveva un ruolo particolarmente significativo e rappresentava il popolo davanti a Dio durante i riti religiosi.

La struttura religiosa

La religione giocava un ruolo centrale nella vita quotidiana dell’antica società ebraica. Il Tempio di Gerusalemme era il luogo principale di culto, e lì si svolgevano i sacrifici religiosi.

La Torah, il Pentateuco (i primi cinque libri della Bibbia), era la guida spirituale e legale per il popolo ebraico, fornendo leggi e precetti che regolamentavano la vita quotidiana.

Il re e il governo

A partire dall’XI sec. a.C., in Israele subentrò la monarchia – in Ebraico re è mèlek (מֶלֶך) – come forma di governo, dopo il periodo dei Giudici (cfr. 1 Sam 8-12).

Re come Davide e Salomone furono noti per aver stabilito il regno di Israele come una potenza regionale. Tuttavia, il potere dei re era limitato dalla legge di Dio, e dovevano operare in conformità con i dettami divini.

Il popolo comune

La stragrande maggioranza del popolo ebraico – in Ebraico ‘am (עַם) – era costituita da agricoltori, pastori e commercianti. Erano responsabili del lavoro quotidiano e della produzione di cibo, che costituiva una parte essenziale della vita dell’antica società.

La legge e la moralità, come descritte nella Torah (la legge ebraica), guidavano le loro azioni e regolamentavano la vita comunitaria.

Il ruolo delle donne

Nell’antica società ebraica, le donne – in Ebraico ‘ishah (אִשָּׁה) – avevano un ruolo importante nella gestione delle famiglie e svolgevano molte attività domestiche (cfr. Proverbi 31,10-31).

Tuttavia, il contesto storico dell’epoca faceva sì che le donne fossero spesso sottoposte a norme culturali e religiose che le relegavano a un ruolo subordinato rispetto agli uomini.

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

La potenza della parola: il verbo אָמַר (‘amar) nella Bibbia Ebraica

La potenza della parola: il verbo אָמַר (‘amar) nella Bibbia Ebraica

Genesi 1,3 «Dio disse: «Sia la luce!» E la luce fu». וַיֹּאמֶר אֱלֹהִים יְהִי אוֹר וַיְהִי אוֹר Vayomer Elohim yehi or vayhi or In questo versetto, il verbo אָמַר (amar) è usato per descrivere l'atto creativo di Dio. Dio "disse" e, con la sua parola, creò la luce....

Perché la preghiera spesso un funziona?

Perché la preghiera spesso un funziona?

«In verità io vi dico: se uno dice a questo monte: «Sii sollevato e sii gettato nel mare», e se non dubita suo cuore, ma crede che quanto dice avverrà, gli sarà fatto» Marco 11,23 ἀμὴν λέγω ὑμῖν ὅτι ὃς ἂν εἴπῃ τῷ ὄρει τούτῳ Ἄρθητι καὶ βλήθητι εἰς τὴν θάλασσαν καὶ μὴ...

Di quanti libri è composta la Bibbia ebraica?

Di quanti libri è composta la Bibbia ebraica?

La Bibbia ebraica, o Tanakh, è una raccolta di testi sacri che formano la base del giudaismo. La parola "Tanakh" è un acronimo formato dalle iniziali delle tre parti principali che la compongono: Torah, Nevi'im e Ketuvim. Torah (תּוֹרָה) «Ascolta, Israele: il Signore...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Chi è l’angelo (מַלְאָךְ – mal’ak) nella Bibbia ebraica?

Il termine מַלְאָךְ appare in numerosi passaggi della Bibbia ebraica. La parola ebraica מַלְאָךְ (mal’akh) deriva dalla radice verbale לָאַךְ (la’akh), che significa "inviare". Pertanto, מַלְאָךְ può essere tradotto come "messaggero" o "colui che è inviato". Nella...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

15 + 2 =

error: Il contenuto è protetto