Dio יהוה YHWH e il suo mondo

28 Febbraio 2022

Gli ebrei diedero un nome preciso alla divinità che gli antichi abitanti di Canaan chiamavano semplicemente ’elohìm (אֱלֹהִ֑ים). In realtà, non si tratta di un nome, ma di una misteriosa realtà composta da quattro lettere ebraiche: YHWH (יהוה), che gli ebrei di ogni tempo pronunciano ‘Adonài e che significa Signore.

Dio e la sua natura

Corrisponde al greco kuriòs (κύριος) e fu il titolo che i cristiani affiancarono al nome di Gesù, poiché credevano che in lui fosse in qualche modo presente lo stesso Dio adorato dagli ebrei.

Le principale manifestazioni di Dio racchiuse nella Bibbia ci permettono di percepire qualcosa della sua natura che non sembra separabile dal mondo a cui essa appartiene. Ho chiamato questa realtà mondo di Dio. La sua principale caratteristica è la Luce.

La Bibbia la paragona spesso allo splendore del sole e perciò ne condivide alcune sue caratteristiche. È pulsante e racchiude in sé l’intera gamma cromatica dei suoi raggi. A differenza della luce del sole, la luce del mondo di Dio può attraversare barriere solide senza modificarne la struttura fisica.

Dio e le sue manifestazioni

Questo mondo luminoso è l’habitat di tutto ciò che condivide la sua eterea natura e che non è possibile identificare se non attraverso le sue manifestazioni, che rispecchiano tutto ciò che caratterizza l’uomo e la sua capacità di rappresentare Dio lungo la storia.

Dalla prima alla sua ultima pagina, le più importanti manifestazioni di Dio sono accomunate da un nome: angelo (in Ebr. מַלְאָךְ “mal’àk” in Greco ἄγγελος “ànghelos”). Al di là delle molteplici rappresentazioni che ne hanno opacizzato la natura, il nome nasconde ciò che veramente rappresenta e che il verbo greco da cui proviene – anghellein – descrive: comunicare.

In tal senso, tutto ciò che manifesta il mondo luminoso di Dio nel mondo dell’uomo è di natura angelica. Anche se in linea di principio non si può escludere l’esistenza di esseri celesti, il canale più efficace attraverso il quale Dio comunica con l’uomo è rappresentato dai simboli.

Dal greco symballein, i simboli uniscono in diversi modi il mondo dell’uomo alla luce del mondo divino. L’opposto del simbolo è invece il diabolos, ossia il diavolo.

[Materiale non pubblicato originariamente appartenente al manoscritto de I grandi misteri irrisolti della Chiesa, uscito nel 2012 per i tipi della Newton Compton].

Photo by Gavin Allanwood on Unsplash

Simone Venturini

Simone Venturini

Biblista

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore.

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

Articoli correlati

Come sono nati i libri storici? – (Seconda parte)

Come sono nati i libri storici? – (Seconda parte)

Fino alla fine degli anni sessanta, la teoria di Martin Noth - ossia quella di un unico autore per il Dtr ( = Deuteronomista) - rimase sostanzialmente invariata, trovando principalmente conferme e qualche piccola rettifica. Tra i sostenitori, va annoverato anzitutto...

Come sono nati i libri storici? – (Prima parte)

Come sono nati i libri storici? – (Prima parte)

Nel periodo rabbinico, gli autori riconoscevano generalmente che il Pentateuco fosse stato scritto da Mosè, mentre i "Profeti anteriori" - ossia la prima parte della seconda grande sezione della Bibbia ebraica - provengono dai personaggi principali di cui questi libri...

Genesi 1,1 significa veramente “in principio”?

Genesi 1,1 significa veramente “in principio”?

בְּרֵאשִׁ֖ית בָּרָ֣א אֱלֹהִ֑ים אֵ֥ת הַשָּׁמַ֖יִם וְאֵ֥ת הָאָֽרֶץ bere'shit bara' 'elohim 'et hashamàyim we'et ha'àrets In principio, Elohim creò i cieli e la terra Lasciando da parte il termine elohim, su cui abbiamo discusso e discuteremo ancora, oggi vorrei...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

La storia di YHWH: si legge Yahweh?

La Bibbia ebraica riporta sempre il cosiddetto "tetragramma divino", ossia quattro lettere ebraiche יהוה YHWH. Gli ebrei non possono leggere questo nome e impongono sempre la lettura 'ADONAY (אֲדֹנָי), sovrapponendo alle lettere ebraiche YHWH (יהוה) le vocali di...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

10 + 11 =

error: Il contenuto è protetto