Il profeta Elia e il suo rapimento in cielo

18 Settembre 2023

La storia di Elia è narrata nei libri dei Re (1 Re 17 – 2 Re 2) e nel libro del profeta Malachia (4,5-6). Egli visse nel Regno di Israele durante il IX secolo a.C., un periodo segnato dalla corruzione religiosa e dalla diffusione del culto di Baal, una divinità pagana.

Il suo ministero profetico ebbe inizio con la profezia sulla siccità che devastò il paese. Dio lo guidò a nascondersi presso un torrente, dove gli uccelli gli portavano cibo. Successivamente, Elia fu inviato a una vedova di Zarepta, moltiplicò la farina e l’olio per sfamare la donna e suo figlio.

Uno dei momenti più iconici nella vita del profeta fu la sfida contro i profeti di Baal sul Monte Carmelo (1 Re 18). Questo evento dimostrò il potere del Dio d’Israele, il quale inviò un fuoco divino che consumò il suo sacrificio. Questa spettacolare dimostrazione di potere fece convertire molte persone al vero Dio.

Spiegazione del nome Elia

Il nome Elia – אֵלִיָּה – “elyyiah” è composto di due parti:

“El”: La prima parte del nome, “El,” è una radice ebraica che significa “Dio”. Questa radice appare in molti nomi ebraici e riflette la centralità di Dio nella fede ebraica.

“Yah” o “Yahu”: La seconda parte del nome, “Yah” o “Yahu” ed è una forma abbreviata del tetragramma divino YHWH, che è il nome ineffabile di Dio nella Bibbia ebraica.

Dunque il significato del nome Elia in ebraico, è: “il (vero) Dio è YHWH”.

Il rapimento celeste

Il rapimento di Elia è narrata in 2 Re 2,11-12:

Mentre camminavano conversando, ecco un carro di fuoco e cavalli di fuoco si interposero fra loro due. Elia salì nel turbine verso il cielo.

Eliseo guardava e gridava: «Padre mio, padre mio, cocchio d’Israele e suo cocchiere». E non lo vide più. Allora afferrò le proprie vesti e le lacerò in due pezzi.

Spiegazioni di questo misterioso evento

L’ascesa di Elia al cielo ha influenzato notevolmente la tradizione ebraica. Nel Libro di Malachia (4,5-6), è profetizzato che Elia tornerà prima della venuta del Messia.

Questa profezia ha portato alla tradizione della Elijah’s Chair – sedia di Elia – in molte famiglie ebraiche, in cui una sedia vuota è preparata per Elia durante la festa pasquale.

Nel Nuovo Testamento, sia Gesù che Giovanni il Battista sono stati associati a Elia, e Gesù stesso ha fatto riferimento a Elia come uno dei grandi profeti (Matteo 17,10-13). Nella Trasfigurazione di Gesù (Matteo 17,1-13), gli apostoli vedono Elia accanto a Mosè, inaugurando l’importanza di Elia nel contesto cristiano.

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

La Torah come parola di Dio

La Torah come parola di Dio

Durante il Medioevo, la Torah era considerata invariabilmente la parola divina, immutabile e perfetta. Gli studiosi ebrei medievali, come Rashi (Rabbi Shlomo Yitzchaki, 1040-1105) e Maimonide (Rabbi Moshe ben Maimon, 1138-1204), hanno offerto interpretazioni...

Cos’è il “timore di Dio” (יִרְאַת יְהוָה)?

Cos’è il “timore di Dio” (יִרְאַת יְהוָה)?

La radice ebraica da cui deriva יִרְאָה è י-ר-א (Y-R-'), che implica una percezione profonda o una visione acuta. Nel contesto biblico, il termine può essere interpretato in vari modi, inclusi "timore", "rispetto", e "riverenza". Questa gamma di significati suggerisce...

Il mistero della colonna di nube e di fuoco

Il mistero della colonna di nube e di fuoco

Le espressioni ebraiche utilizzate per descrivere la colonna di nube e di fuoco sono "עַמּוּד הֶעָנָן" ('ammud he-'anan) e "עַמּוּד הָאֵשׁ" ('ammud ha'esh). "עַמּוּד" ('ammud) significa "colonna" o "pilastro", indicando una forma verticale solida e imponente....

I giganti che abitavano nell’antica Canaan

I giganti che abitavano nell’antica Canaan

Il capitolo tredicesimo del libro dei Numeri narra che, su comando divino, Mosè invia dodici esploratori, uno per ciascuna tribù di Israele, per osservare la terra di Canaan. Dopo quaranta giorni, gli esploratori ritornano con report di una terra fertile ma abitata da...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Vangeli e quantistica: un rapporto possibile?

La fisica quantistica ha rivoluzionato la nostra comprensione della realtà fisica, introducendo concetti come la superposizione e l'interconnessione a distanza. Allo stesso modo, il Regno dei Cieli (o di Dio) di cui parlano i Vangeli rappresenta una realtà che...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

1 + 1 =

error: Il contenuto è protetto