Il Pentateuco fu scritto da Mosè?

7 Aprile 2021

Alcuni versetti della Bibbia narrano Mosè scrisse il Pentateuco, i primi cinque libri della Bibbia (Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio). (cfr. Es 24,37; Dt 31,24). In questi testi, leggiamo che Mosè scrisse la “Legge” o le “Parole di questa Legge”. Così da secoli la Chiesa Cattolica sostiene che Mosè scrisse il Pentateuco. Ma è proprio vero?

Mosè scrisse il Pentateuco?

Forse Mosè scrisse “di suo pugno” alcune leggi, per esempio i Dieci Comandamenti (Es 20; Dt 5). Forse Mosè scrisse i Dieci comandamenti su tavole di pietra. Potrebbe essere anche che Mosè scrisse le leggi seguenti i Dieci Comandamenti, il cosiddetto “Codice dell’Alleanza” (Es 20-23). Tuttavia queste leggi non rappresentano l’intero Pentateuco che Mosè avrebbe scritto.

Per rispondere alla questione della presunta paternità mosaica dell’intero Pentateuco, occorre considerare che il Pentateuco non è composto da un singolo libro. Il Pentateuco racchiude cinque libri scritti in luoghi e tempi diversi e assai diversi l’uno dall’altro.

Inoltre assai difficilmente un uomo solo avrebbe potuto ricordare l’intera storia del suo popolo, dalla creazione alla fine dell’esodo nel deserto. Comunque, almeno una cosa Mosè sicuramente non scrisse: il racconto della sua morte e della sua sepoltura! (cf. Dt 34).

La Legge

Inoltre, la parola “Legge” non ha sempre lo stesso significato lungo i libri che compongono il Pentateuco. Il libro dell’Esodo narra che Dio ordinò a Mosè di scrivere le “Parole” (ossia le “Parole della Legge” – Es 34). In questo caso, le “Parole” sono quelle della Legge, ossia quelle dei Dieci Comandamenti, del Codice dell’Alleanza e delle istruzioni che Dio diede a Mosè per l’erezione del santuario nel deserto.

Nel Deuteronomio, invece, la parola “Legge” ha un significato diverso. Essa è l’alleanza che Dio fece con il suo popolo di cui Mosè è ormai il capo indiscusso. A quel tempo – alla fine del VI sec. a.C. quando il libro del Deuteronomio assunse la sua forma finale – Mosè era infatti considerato il fondatore della religione israelitica e ciò costituiva un elemento fondamentale per i Giudei che andarono in esilio in Babilonia e che avevano perduto l’identità di popolo.

Mosè non è l’autore di tutto il Pentateuco, ma il fondatore della Religione d’Israele. Solitamente i Libri sacri di una certa religione sono attribuiti al Fondatore di quella religione, anche se il Fondatore visse molti secoli prima della stesura degli stessi Libri sacri!

 

Simone Venturini

Simone Venturini

Biblista

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore.

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

Articoli correlati

Come si è formata la Torah?   – Prima parte

Come si è formata la Torah? – Prima parte

Fino al XVI secolo, nessun studioso dubitava che Mosè fosse l'autore materiale del Pentateuco. Mosè aveva scritto tutti i libri del Pentateuco, al massimo servendosi di fonti. I primi studi sul Pentateuco Il primo a dubitare di questa paternità fu lo studioso tedesco...

Innalzare il nome – נָשָׂא  

Innalzare il nome – נָשָׂא  

(Articolo di Cecilia Mariotto) לֹ֥א תִשָּׂ֛א אֶת־שֵֽׁם־יְהוָ֥ה אֱלֹהֶ֖יךָ לַשָּׁ֑וְא lo' tissa' 'et-shem-YHWH 'elohèka lashaweh Non innalzerai il nome del Signore tuo Dio invano (Es 20,7) Innalzare il nome del Signore:  mi ha colpito molto leggere questa traduzione...

Perché si ha paura di essere nudi?

Perché si ha paura di essere nudi?

Rispose: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto». Genesi 3,10 Perché Adamo ebbe paura? Cosa significa essere nudi? Significa la consapevolezza di essere creature davanti a Dio, bisognose di affidarsi a lui - e solo a...

La cerva e la vita

La cerva e la vita

(Articolo di Lisetta Delsoldato) Come la cerva anela ai corsi d'acqua, così l'anima mia anela a te, o Dio. Salmo 42,1 כְּאַיָּ֗ל תַּעֲרֹ֥ג עַל־אֲפִֽיקֵי־מָ֑יִם כֵּ֤ן נַפְשִׁ֨י תַעֲרֹ֖ג אֵלֶ֣יךָ אֱלֹהִֽים׃ תהלים 42,2 Mi ha colpito molto questo versetto. Mi ha colpito...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Idolo

(Articolo di Cecilia Mariotto) לֹֽ֣א תַֽעֲשֶׂ֨ה־לְךָ֥֣ פֶ֣֨סֶל֙ Non ti farai idolo (Es 20,4) Un idolo. Che cos'è quindi? Che significa che ci facciamo idoli? Letteralmente la traduzione dall'ebraico sarebbe "non farai per te un idolo". Cos'è un idolo? Il termine...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

12 + 1 =

error: Il contenuto è protetto