Gli arcangeli negli apocrifi e il loro ruolo presso Dio

1 Giugno 2021

Allora Michele, Gabriele, Suriele e Uriele guardarono dal cielo e videro il molto sangue che scorreva sulla terra e tutta l’iniquità che si faceva sulla terra. E si dissero fra loro: “la terra, nuda, ha gridato la voce dei loro clamori fino alla porta del cielo”. Ed ora, dunque, o Santi del cielo, le anime degli uomini vi implorano dicendo: “Portate il nostro caso innanzi all’Altissimo”.

E dissero al loro Signore, al Re: “Poiché (sei) Signore dei signori, Re dei re, Dio degli Dei; poiché il trono della Tua gloria è eterno ed il Tuo nome è santo e glorioso in eterno; poiché Tu sei benedetto e glorioso; poiché hai fatto tutto ed il potere di ogni cosa è con Te e tutto, innanzi a Te, è chiaro e manifesto;

poiché vedi tutto e non vi è alcuna cosa che Ti si possa nascondere, vedi, allora, quel che ha fatto Azazel, come egli ha insegnato tutte le pravità sulla terra ed ha reso manifesti i segreti del mondo che si compiono nei cieli e (vedi come) Semeyaza, cui Tu desti il potere di dominare su quelli che erano insieme con lui, ha insegnato gli incantesimi e (vedi come) andarono dalle figlie degli uomini, insieme, giacquero con loro, con quelle donne, si resero impuri e resero manifesti, ad esse, questi peccati, e (vedi come) le donne generarono i giganti e, perciò, tutta la terra si riempì di sangue e di pravità.

Ed ora, ecco, le anime dei morti gridano ed implorano fino alla porta del cielo, il loro lamento è salito e non possono uscire da davanti alla cattiveria (= non possono scampare, non possono salvarsi dal male…) che si compie sulla terra. Tu sai tutto, prima che sia. Tu conosci ciò e quel che loro accade e non ci dici nulla. E che cosa conviene che noi, a riguardo di ciò, facciamo per loro”?

(Libro dei Vigilanti, cap. 9)

 

All’inizio del capitolo si nominano i quattro angeli che stanno sempre al cospetto di Dio: Michele, Gabriele, Suriele e Uriel. Il testo greco di Enoch riporta Raffaele al posto di Suriele. Il significato di questi nomi è: Michele (da מִיכָאֵל  Mika’el = Chi è come Dio?); Gabriele (da גַבְרִיאֵל Gavri’el = La mia forza è Dio); Suriele. 

Temi importanti

Le anime degli uomini alzano le loro preghiere a Dio. Si tratta di una novità introdotta dai testi di Enoch, rispetto all’ebraismo classico, che non distingueva tra corpoanima. Qui, invece, le anime sopravvivono al corpo e non cessano di esistere, svolgendo attività come per esempio quella di elevare preghiere a Dio.

Chiaramente espressa è anche l’onnipotenza onniveggenza di Dio. Tuttavia sorprende che, pur essendo Dio onniveggente, non abbia previsto la catastrofe provocata dalla ribellione degli angeli. Come se ciò che avvenisse sulla terra sia in qualche modo indipendente da Dio che (forse) pur vedendo tutto, tuttavia non possa intervenire.

Una questione scottante che sarà ripresa in altre parti dei libri di Enoch e risolta attraverso una maggiore responsabilità etica attribuita agli uomini.

Infine, da notare – ultime righe del testo – che tra angeli e uomini esiste un forte rapporto. Questo è il senso della domanda: che cosa conviene che, a riguardo di ciò [ossia della perversione generalizzata] facciamo per loroSenza questa strutturale solidarietà sarebbe stata impossibile anche la stessa caduta degli angeli tra gli esseri umani. Anche la mediazione degli angeli presso Dio a favore degli uomini è possibile grazie a questo rapporto.

Simone Venturini

Simone Venturini

Biblista

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore.

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

Articoli correlati

Come si è formata la Torah?   – Prima parte

Come si è formata la Torah? – Prima parte

Fino al XVI secolo, nessun studioso dubitava che Mosè fosse l'autore materiale del Pentateuco. Mosè aveva scritto tutti i libri del Pentateuco, al massimo servendosi di fonti. I primi studi sul Pentateuco Il primo a dubitare di questa paternità fu lo studioso tedesco...

Innalzare il nome – נָשָׂא  

Innalzare il nome – נָשָׂא  

(Articolo di Cecilia Mariotto) לֹ֥א תִשָּׂ֛א אֶת־שֵֽׁם־יְהוָ֥ה אֱלֹהֶ֖יךָ לַשָּׁ֑וְא lo' tissa' 'et-shem-YHWH 'elohèka lashaweh Non innalzerai il nome del Signore tuo Dio invano (Es 20,7) Innalzare il nome del Signore:  mi ha colpito molto leggere questa traduzione...

Perché si ha paura di essere nudi?

Perché si ha paura di essere nudi?

Rispose: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto». Genesi 3,10 Perché Adamo ebbe paura? Cosa significa essere nudi? Significa la consapevolezza di essere creature davanti a Dio, bisognose di affidarsi a lui - e solo a...

La cerva e la vita

La cerva e la vita

(Articolo di Lisetta Delsoldato) Come la cerva anela ai corsi d'acqua, così l'anima mia anela a te, o Dio. Salmo 42,1 כְּאַיָּ֗ל תַּעֲרֹ֥ג עַל־אֲפִֽיקֵי־מָ֑יִם כֵּ֤ן נַפְשִׁ֨י תַעֲרֹ֖ג אֵלֶ֣יךָ אֱלֹהִֽים׃ תהלים 42,2 Mi ha colpito molto questo versetto. Mi ha colpito...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Idoli da vedere: la pornografia

(Articolo di Cecilia Mariotto) לֹֽ֣א תַֽעֲשֶׂ֨ה־לְךָ֥֣ פֶ֣֨סֶל֙ lo' ta'aseh leka pèsel Non ti farai idolo (Es 20,4) Un idolo. Che cos'è quindi? Che significa che ci facciamo idoli? Letteralmente la traduzione dall'ebraico sarebbe "non farai per te un idolo". Cos'è un...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

3 + 6 =

error: Il contenuto è protetto