Esegesi del libro dei Numeri – (Prima parte)

25 Febbraio 2022

I primi due capitoli del libro dei Numeri seguono – letterariamente e teologicamente – le norme sull’edificazione del santuario nel deserto e gli arredi sacri (Es 25-31), l’esecuzione dei lavori (Es 35-40) e le regole per i sacrifici dei sacerdoti (Levitico).

Si tratta, ovviamente, di capitoli profondamente e interamente segnati dal linguaggio e dallo stile del cosiddetto sacerdotale, ossia la scuola di pensiero e di teologia capitanata dai sacerdoti tornati dall’esilio (fine VI sec. a.C.). Ora, i sacerdoti delineano il quadro e la composizione delle dodici tribù d’Israele (Nm 1) e la disposizione dei loro accampamenti mentre procedono nel deserto (Nm 2).

Diamo ora un’occhiata alla disposizione letteraria di questi due capitoli:

Capitolo Primo

  • ordine di Dio di censire il popolo (vv. 1-3)
  • scelta di dodici persone, una per tribù, per aiutare nel censimento (vv. 4-16)
  • testo di transizione (vv. 17-18) alla nuova parte introdotta dal v. 19
  • censimento (vv. 20-46)
  • sotto-unità (vv. 47-53) che spiega a. il motivo per cui Levi non entrò nel censimento; b. la descrizione delle tribù in marcia come una processione verso la terra promessa
  • conclusione (v. 54) che richiama il v. 19, sottolinenando l’esecuzione di quanto Dio aveva ordinato

Capitolo Secondo

  • disposizione dell’accampamento (vv. 1-31)
  • versetti di raccordo con il cap. 1 (vv. 32-34)

Ad alcuni parrà strana e alquanto noiosa la lettura di questi capitoli del libro dei Numeri, un libro che in effetti non ha goduto di grande fortuna nei gusti letterari di cristiani e non. Tuttavia, insieme al Levitico, i Numeri erano libri fondamentali per la comunità giudaica che doveva riorganizzarsi, al ritorno dall’esilio babilonese.

Essa aveva un passato glorioso, dodici tribù volute da Dio che marciavano nel deserto per entrare nella terra che ora come allora gli ebrei tornano a possedere. Si tratta di una maestosa retroproiezione di interessi teologici e sociali ben lontani dall’epoca che i testi suggeriscono, ossia il XIII-XII sec. a.C.

La redazione di questi testi risale invece piuttosto alla fine del VI, inizio V secolo a.C., quando i sacerdoti, il culto nel Tempio ricostruito e il sistema cultuale garantivano l’identità di una comunità umiliata e soggiogata dai Babilonesi neppure settant’anni prima.

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

Nefesh: significa anima?

Nefesh: significa anima?

Sono Simone Venturini e da quando avevo 19 anni mi occupo di Ebraico e Bibbia ebraica, aiutando me stesso e gli altri a scoprirne l’inesauribile ricchezza. Una ricchezza e un’abbondanza che le deriva dalle radici in cui essa è innestata. Radici spirituali ed umane...

Il pozzo di acqua viva (בְּאֵ֖ר מַ֥יִם חַיִּֽים)

Il pozzo di acqua viva (בְּאֵ֖ר מַ֥יִם חַיִּֽים)

 וַיַּחְפְּר֥וּ עַבְדֵֽי־יִצְחָ֖ק בַּנָּ֑חַל וַיִּ֨מְצְאוּ־שָׁ֔ם בְּאֵ֖ר מַ֥יִם חַיִּֽים:Testo ebraico di Genesi 26,19 TRASLITTERAZIONE: Wayyachperù 'avde-itschaq banàchal wayy'mtse'ù-sham be'èr màyim chayyim Traduzione letterale: I servi di Isacco scavarono nel...

Studiare l’ebraico per non dipendere dai soliti guru

Studiare l’ebraico per non dipendere dai soliti guru

Sono Simone Venturini e da anni mi occupo di formazione nel settore della Bibbia ebraica e dell’Ebraico. Credo fermamente che la conoscenza dell’Ebraico antico – quello in cui fu scritta la Bibbia per intenderci – non rappresenti solo un arricchimento culturale, ma...

Eben-Ezer (אֶ֣בֶן הָעָ֑זֶר): la pietra dell’aiuto

Eben-Ezer (אֶ֣בֶן הָעָ֑זֶר): la pietra dell’aiuto

Leggiamo questo brano della Bibbia ebraica: וַיִּקַּ֨ח שְׁמוּאֵ֜ל אֶ֣בֶן אַחַ֗ת וַיָּ֤שֶׂם בֵּֽין־הַמִּצְפָּה֙ וּבֵ֣ין הַשֵּׁ֔ן וַיִּקְרָ֥א אֶת־שְׁמָ֖הּ אֶ֣בֶן הָעָ֑זֶר וַיֹּאמַ֕ר עַד־הֵ֖נָּה עֲזָרָ֥נוּ יְהוָֽה׃ wayyiqqah shemu'el 'acaht wayyàsem ben-hammitspah uven...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Studiare l’ebraico per capire i manoscritti di Qumran

Ho cominciato a studiare l’Ebraico all’età di 19 anni, perché già da allora avevo deciso di studiare l’esegesi, ossia l’interpretazione della Bibbia e per farlo occorreva imparare l’Ebraico e il Greco. Dovetti prima studiare Teologia e poi, nel 1990, iniziai a...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

10 + 12 =

error: Il contenuto è protetto