Sintesi della Bibbia: il libro di Giona

11 Gennaio 2024

Il nome ebraico יוֹנָה (Yonah), che si traslittera in italiano come Giona, è ricco di significati simbolici e culturali all’interno della tradizione ebraica. La radice ebraica di questo nome è YWN, che significa “colomba”.

La simbologia della colomba

La colomba, in molte culture antiche, è stata associata a simboli di pace, purezza e rinascita. Un esempio noto è quello della colomba che porta un ramo d’ulivo a Noè, simboleggiando la fine del diluvio e l’inizio di una nuova era di pace. Nella tradizione ebraica, la colomba è spesso considerata un simbolo di amore e fedeltà.

Quando applichiamo questo significato al nome Giona, emergono connessioni profonde con la sua storia. La sua missione divina di predicare contro la città peccaminosa di Nìnive potrebbe essere vista come un tentativo di portare la pace e la riconciliazione attraverso il pentimento e la riforma.

Anche la fuga di Giona dal comando divino e il suo successivo pentimento, simboleggiato nel ventre del pesce, riflettono il tema della rinascita e della ricerca della rettitudine.

Inoltre, la colomba come simbolo di amore e fedeltà può essere collegata alla relazione tra Dio e il suo popolo. Giona, attraverso le sue esperienze e il suo percorso di pentimento, illustra il concetto di un Dio misericordioso e fedele che offre la possibilità di redenzione anche a coloro che si sono allontanati dalla Sua volontà.

Quindi, il nome Giona, derivato dalla radice “colomba”, non è semplicemente un appellativo, ma un elemento chiave per comprendere il personaggio e il messaggio del libro. Sottolinea la natura simbolica della missione di Giona e la sua connessione con temi più ampi di pace, perdono e amore divino all’interno della tradizione ebraica.

Suddivisione in capitoli

Il libro di Giona è diviso in quattro capitoli, ognuno dei quali racconta una tappa significativa della vita del profeta.

Nel primo capitolo, Giona riceve il comando divino di recarsi a Nìnive e predicare contro la città peccaminosa. Tuttavia, Giona fugge da questa responsabilità imbarcandosi su una nave in direzione opposta. Qui, viene inghiottito da un grande pesce inviato da Dio come castigo per la sua fuga.

Il secondo capitolo è una preghiera poetica di Giona mentre si trova nel ventre del pesce. Questo è un momento di profonda riflessione e pentimento, in cui Giona riconosce la sua disobbedienza e chiede il perdono divino. La colomba, simbolo di pace, potrebbe essere vista anche come un segno di speranza nella redenzione di Giona.

Nel terzo capitolo, Giona viene vomitato dal pesce sulla terraferma, e questa volta obbedisce al comando divino di predicare a Nìnive. La città risponde con pentimento, e Dio decide di perdonarla. Questo evento sottolinea il tema della misericordia divina e della possibilità di redenzione anche per coloro che si sono allontanati dalla volontà di Dio.

Il quarto e ultimo capitolo presenta la reazione di Giona alla misericordia di Dio verso Nìnive. Giona è insoddisfatto e arrabbiato perché Dio ha deciso di perdonare la città. Dio, con una pianta e poi con un verme, insegna a Giona una lezione sulla compassione e sulla giustizia divina, mostrando come la sua volontà vada oltre le limitazioni umane.

Data di composizione e autore

La data esatta della scrittura del libro di Giona è oggetto di dibattito tra gli studiosi, ma generalmente si colloca tra l’VIII e il VII secolo a.C. L’autore utilizza il suo racconto come veicolo per trasmettere importanti insegnamenti su obbedienza, pentimento e la natura compassionevole di Dio.

Ripresa dei temi di Giona in altre parti della Bibbia

  1. Il simbolismo del pesce:
    • Nel Nuovo Testamento, Gesù fa riferimento a Giona quando parla del “segno del profeta Giona”. Gesù afferma che, come Giona è stato tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così anche il Figlio dell’uomo sarà nel cuore della terra per tre giorni e tre notti (Matteo 12,38-41). Questo simbolismo del pesce diventa un anticipazione della morte e della risurrezione di Gesù.
  2. La richiesta di segni:
    • Nel racconto di Giona, i marinai chiedono a Giona di rivelare il motivo della tempesta, e Giona risponde di gettarlo in mare. Questo richiama la richiesta di segni e miracoli anche in altri passaggi della Bibbia, in particolare quando i farisei e i sadducei chiedono a Gesù di mostrare loro un segno (Matteo 16,1-4).
  3. Il tema del pentimento e perdono:
    • Il messaggio di Giona è fortemente centrato sul pentimento e sul perdono divino. Questo tema è presente in tutta la Bibbia, sottolineando l’importanza del cambiamento di cuore e della misericordia di Dio. Ad esempio, il Salmo 51 di Davide, scritto dopo il suo peccato con Betsabea, riflette profondamente il tema del pentimento e della ricerca del perdono.
  4. La chiamata dei profeti:
    • La resistenza iniziale di Giona alla chiamata divina e la sua fuga sono paralleli a molti altri profeti che inizialmente resistono al compito assegnato da Dio. Ad esempio, Mosè esita nel compiere la sua missione di liberare gli Israeliti, e Geremia rifiuta inizialmente la sua chiamata a profetizzare (Esodo 3, Geremia 1).
  5. L’insegnamento sulla compassione di Dio:
    • Il dialogo finale tra Dio e Giona, dove Dio spiega la Sua compassione anche verso Nìnive, richiama il tema ricorrente della misericordia di Dio in tutta la Bibbia. Un esempio notevole è rappresentato dalla parabola del figliol prodigo, in cui il padre accoglie il figlio ritornato con gioia e compassione (Luca 15,11-32).
Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

Chi erano i deuteronomisti?

Chi erano i deuteronomisti?

Molti studiosi ritengono gli autori/redattori deuteronomisti - ossia la cerchia aristocratica laica attiva a Gerusalemme sia prima che dopo l'esilio - scrissero la loro opera durante l'esilio in Babilonia (fine VI sec. a.C.). Altri studiosi, invece, pensano che le...

Creazione dal nulla?

Creazione dal nulla?

TESTO EBRAICO: בְּרֵאשִׁ֖ית בָּרָ֣א אֱלֹהִ֑ים אֵ֥ת הַשָּׁמַ֖יִם וְאֵ֥ת הָאָֽרֶץ׃ - bereshit bara' elohim 'et hashamayim we'et ha'arets וְהָאָ֗רֶץ הָיְתָ֥ה תֹ֨הוּ֙ וָבֹ֔הוּ וְחֹ֖שֶׁךְ עַל־פְּנֵ֣י תְהֹ֑ום וְר֣וּחַ אֱלֹהִ֔ים מְרַחֶ֖פֶת עַל־פְּנֵ֥י הַמָּֽיִם׃ - weha'arets...

La giustizia nella Bibbia

La giustizia nella Bibbia

La parola ebraica צְדָקָה (tsedakah) è tradotta comunemente con "giustizia" nelle scritture bibliche. Il suo significato è ricco e sfaccettato, spaziando tra sfere etiche, morali e religiose. Infatti, oltre "giustizia", può significare anche salvezza, liberazione,...

Cosa significa la parola “alleanza” nella Bibbia?

Cosa significa la parola “alleanza” nella Bibbia?

Alleanza, nella Bibbia ebraica, è בְּרִית (berit), un termine femminile che ricorre 287 volte nella Bibbia e che comunemente viene tradotto con "alleanza". Tuttavia, è importante sottolineare che il suo significato si estende oltre questa traduzione, muovendosi in due...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Un ponte tra passato e futuro: il Deuteronomio (Prima parte)

Il libro del Deuteronomio, così come tanti altri libri della Bibbia, non è stato scritto di getto, come se fosse l'opera di un singolo autore appartenente ad un preciso momento storico. Alcune caratteristiche letterarie ne rappresentano la prova lampante: il libro ha...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

14 + 8 =

error: Il contenuto è protetto