Mangiare Dio

3 Ottobre 2022

mangiare Dio

(Articolo di Cecilia Mariotto)

Qualcuno che sente questi versi del vangelo potrebbe porsi qualche domanda: ma i cristiani mangiano il loro Dio?

In effetti il vangelo di Marco cita così:

E, mentre mangiavano, prese il pane e recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: «Prendete, questo è il mio corpo». 23Poi prese un calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. 24E disse loro: «Questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti.

(Mc 14,22-24)

Cosa significa mangiare Dio?

Tutti i gesti che Gesù compie in questa cena, appartengono profondamente alla cultura ebraica. A partire proprio dal ringraziamento quell’ εὐχαριστήσας ( dal greco “rendere grazie, ringraziare”) che compie prima di condividere il pane e il vino. E’ un grazie che Gesù, ebreo, profondamente inserito nella preghiera e nella cultura ebraica, vive con tutto se stesso.

Il pane diventa corpo. Il vino diventa sangue.

Il sangue dell’alleanza è presente anche nell’Esodo, quando Mosè asperge con il sangue il popolo di D-o, e si trova citato anche nel profeta Zaccaria.

Ma perchè mangiare il pane-corpo e il vino-sangue?

Pane e vino

Pane e vino, secondo l’interpretazione cabalistica (che possiamo approfondire con l’autore Luca Gavazzi) nella tradizione ebraica hanno un significato profondo con la Parola, con le Sacre Scritture. Mangiare il pane significa “mangiare” la Parola di D-0, mangiare quello che ci spiega, che ci racconta.

Bere il vino significa lasciare che queste parole possano reagire, fermentare dentro di noi, perchè possano portare ad un’azione, ad un comportamento, ad un modo di essere.

A questo punto Gesù si fa Parola di Dio con la sua vita, con le sue azioni, con il modo di vivere i sentimenti. E per chi è cristiano Gesù si lascia “mangiare” come la Parola, diventando vino che fermenta nel nostro corpo, nel nostro cuore.

Ecco allora che l’Alleanza prende una forma nuova. Il nuovo pane e il nuovo vino sono la vita che Gesù ci mostra, ci insegna, ci da la possibilità di vivere ascoltando in profondità il suo messaggio.

Simone Venturini

Simone Venturini

Biblista

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore.

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

Articoli correlati

Come si è formata la Torah?   – Prima parte

Come si è formata la Torah? – Prima parte

Fino al XVI secolo, nessun studioso dubitava che Mosè fosse l'autore materiale del Pentateuco. Mosè aveva scritto tutti i libri del Pentateuco, al massimo servendosi di fonti. I primi studi sul Pentateuco Il primo a dubitare di questa paternità fu lo studioso tedesco...

Innalzare il nome – נָשָׂא  

Innalzare il nome – נָשָׂא  

(Articolo di Cecilia Mariotto) לֹ֥א תִשָּׂ֛א אֶת־שֵֽׁם־יְהוָ֥ה אֱלֹהֶ֖יךָ לַשָּׁ֑וְא lo' tissa' 'et-shem-YHWH 'elohèka lashaweh Non innalzerai il nome del Signore tuo Dio invano (Es 20,7) Innalzare il nome del Signore:  mi ha colpito molto leggere questa traduzione...

Perché si ha paura di essere nudi?

Perché si ha paura di essere nudi?

Rispose: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto». Genesi 3,10 Perché Adamo ebbe paura? Cosa significa essere nudi? Significa la consapevolezza di essere creature davanti a Dio, bisognose di affidarsi a lui - e solo a...

La cerva e la vita

La cerva e la vita

(Articolo di Lisetta Delsoldato) Come la cerva anela ai corsi d'acqua, così l'anima mia anela a te, o Dio. Salmo 42,1 כְּאַיָּ֗ל תַּעֲרֹ֥ג עַל־אֲפִֽיקֵי־מָ֑יִם כֵּ֤ן נַפְשִׁ֨י תַעֲרֹ֖ג אֵלֶ֣יךָ אֱלֹהִֽים׃ תהלים 42,2 Mi ha colpito molto questo versetto. Mi ha colpito...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Idoli da vedere: la pornografia

(Articolo di Cecilia Mariotto) לֹֽ֣א תַֽעֲשֶׂ֨ה־לְךָ֥֣ פֶ֣֨סֶל֙ lo' ta'aseh leka pèsel Non ti farai idolo (Es 20,4) Un idolo. Che cos'è quindi? Che significa che ci facciamo idoli? Letteralmente la traduzione dall'ebraico sarebbe "non farai per te un idolo". Cos'è un...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

13 + 11 =

error: Il contenuto è protetto