Lo Spirito di Dio: ר֣וּחַ אֱלֹהִ֔ים (ruach elohim)

7 Ottobre 2022

. .. E lo spirito di Dio aleggiava sulle acque

Genesi 1,2

L’ultima parte del secondo versetto è, tanto per cambiare, un altro mistero assoluto. Così viene tradotta in italiano una frase ebraica il cui senso ci sfugge quasi completamente:

וְר֣וּחַ אֱלֹהִ֔ים מְרַחֶ֖פֶת עַל־פְּנֵ֥י הַמָּֽיִם werùach elohìm merachèfet al-penè hammàyim

Si tratta dello stesso spirito di Dio, oppure di un agente diverso della creazione?

Il senso di queste parole

Anzitutto, se si vuole comprendere il senso di queste parole – così come quelle del resto del capitolo – occorre sgombrare la mente dalle associazioni immediate della nostra mente.

Si tratta di punti di vista legittimi, ma che rappresentano comunque un’interpretazione cristiana di questo enigmatico testo. Preferisco invece restare nel mondo ebraico e cercare lì gli elementi che ci aiutano a capire.

Certamente, si tratta sempre dello stesso soggetto, ossia elohìm (אֱלֹהִ֑ים Dio), raffigurato come uno che parla (cfr. Genesi 1,3 ss.) e raffigurato anche come uno spirito, oppure un vento visto che rùach significa anche questo.

Perciò potrebbe trattarsi di un vento divino, ma che vuol dire? Oppure di un vento molto forte o tempestoso... chissà? Comunque, sempre di Dio si tratta, che svolge però un’azione diversa da quella descritta nel primo versetto.

Uno spirito o un uccello?

L’azione dello spirito divino è descritta dal verbo merachèfet (מְרַחֶ֖פֶת) che di solito viene tradotto con “aleggiare”… ma cos’è che “aleggia” se non un essere provvisto di ali?

Infatti, il verbo merachèfet significa anche “volteggiare” e addirittura covare! Del resto, in altre parti della Bibbia, Dio viene raffigurato come un’aquila che veglia sulla sua nidiata (Deuteronomio 32,11)

Significa forse che, mentre la terra era totalmente avvolta dalle acque, lo spirito di Dio depositava qualcosa nelle acque? Chi lo sa! Sicuramente, però, qualcosa stava facendo, qualcosa che avrebbe permesso alla terra di diventare rigogliosa e feconda, proprio come Dio!

Photo by Joseph Barrientos on Unsplash

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

La giustizia nella Bibbia

La giustizia nella Bibbia

La parola ebraica צְדָקָה (tsedakah) è tradotta comunemente con "giustizia" nelle scritture bibliche. Il suo significato è ricco e sfaccettato, spaziando tra sfere etiche, morali e religiose. Infatti, oltre "giustizia", può significare anche salvezza, liberazione,...

Cosa significa la parola “alleanza” nella Bibbia?

Cosa significa la parola “alleanza” nella Bibbia?

Alleanza, nella Bibbia ebraica, è בְּרִית (berit), un termine femminile che ricorre 287 volte nella Bibbia e che comunemente viene tradotto con "alleanza". Tuttavia, è importante sottolineare che il suo significato si estende oltre questa traduzione, muovendosi in due...

Come e cosa cucinavano gli ebrei antichi? (Prima parte)

Come e cosa cucinavano gli ebrei antichi? (Prima parte)

Il pane, per l'antico Israele, costituiva la base alimentare. La parola ebraica per "pane", ovvero "lechem (לָ֫חֶם) assumeva un significato quasi sinonimo di "cibo". La preparazione del cibo nell'antico Israele avveniva prevalentemente all'interno delle abitazioni,...

Come interpretano la Bibbia gli Ebrei?

Come interpretano la Bibbia gli Ebrei?

L'esegesi ebraica, ricca di profonde tradizioni interpretative, trova le sue radici in una vasta gamma di autori e testi rabbinici. Uno degli esempi più illustri è rappresentato dal lavoro di Rashi (Rabbi Shlomo Yitzchaki), un celebre esegeta francese del XI secolo....

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Creazione dal nulla?

TESTO EBRAICO: בְּרֵאשִׁ֖ית בָּרָ֣א אֱלֹהִ֑ים אֵ֥ת הַשָּׁמַ֖יִם וְאֵ֥ת הָאָֽרֶץ׃ - bereshit bara' elohim 'et hashamayim we'et ha'arets וְהָאָ֗רֶץ הָיְתָ֥ה תֹ֨הוּ֙ וָבֹ֔הוּ וְחֹ֖שֶׁךְ עַל־פְּנֵ֣י תְהֹ֑ום וְר֣וּחַ אֱלֹהִ֔ים מְרַחֶ֖פֶת עַל־פְּנֵ֥י הַמָּֽיִם׃ - weha'arets...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

5 + 5 =

error: Il contenuto è protetto