L’altra faccia dell’obelisco di San Pietro

19 Maggio 2022

Se la parte esterna del grande obelisco di Piazza San Pietro, guarda verso Roma e reca inciso il più antico esorcismo della Chiesa cattolica, la parte interna, quella che guarda verso la Basilica di San Pietro, reca un’altro testo:

CHRISTUS VINCIT

CHRISTUS REGNAT

CHRISTUS IMPERAT

CHRISTUS AB OMNI MALO

PLEBEM SUAM

DEFENDAT

 

Se la parte rivolta verso l’URBE (ossia Roma) recita un esorcismo, che difende lo spazio simbolico e spirituale di Piazza San Pietro dalle forze del caos (partes adversae), quella rivolta verso San Pietro è di ben altro tenore.

Quello è lo spazio che vive (o dovrebbe vivere) secondo gli insegnamenti di Cristo dove proprio in questo spazio deve (o dovrebbe) vincere, regnare e governare.

Popolo, in ebraico “essere con”

Infatti si parla di “plebem suam”, ossia il “suo popolo”, le persone ossia che si ispirano a lui e che riconoscono nel successore di Pietro la loro guida mistica e spirituale.

Quel popolo che trae origine dal “popolo” ebraico – in ebraico ‘am (עַם) che indica un insieme di prsone unite intorno alla loro guida. Infatti in ebraico, la parola popolo ‘am (עַם) è affine a ‘im (עִם) “con, insieme”.

Piazza San Pietro è lo spazio sacro dove si è chiamati da un richiamo interiore che viene da Dio – in greco ἐκκλησία (“ekklesia” da cui viene la parola “chiesa”, ossia dei “chiamati da … ” – a far parte del grande popolo che Dio ama, ossia di coloro che fanno la sua volontà, ossia realizzano quello che Dio mette dentro al loro cuore: il desiderio.

Antichi simboli e nuovi significati

Come ho detto, l’obelisco fu portato a Roma dall’Egitto e dal 1500 simboleggia non la potenza dei faraoni, ma in confine simbolico tra il caos e il cosmo. Alcuni sottolineano l’aspetto fallico dell’obelisco, ma non menzionano invece che esso simboleggiava il primo raggio del sole quando compariva la mattina ed era originariamente collocato nel Tempio di Ra, a Eliopoli in Egitto, la “città del sole”.

Anche Cristo, infatti, nel vangelo di Luca è paragonato a un sole che sorge (Luca 1,78), che appunto veniva adorato a Eliopoli. Notiamo, quindi, come gli architetti di Piazza San Pietro avessero una concezione altamente simbolica della Chiesa, preoccupandosi di collegare e non dividere antichi e nuovi significati.

Simone Venturini

Simone Venturini

Biblista

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore.

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

Articoli correlati

Al riparo dell’Altissimo

Al riparo dell’Altissimo

(Articolo di Cecilia Mariotto) יֹ֭שֵׁב בְּסֵ֣תֶר עֶלְיֹ֑ון בְּצֵ֥ל שַׁ֝דַּ֗י יִתְלֹונָֽן׃ Chi abita al riparo dell'Altissimo passerà la notte all'ombra dell'Onnipotente (Sal 91,1) Forse qualcuno di noi ha avuto modo di leggere o recitare questo salmo, questa preghiera...

Le novantanove pecore

Le novantanove pecore

(Articolo di Cecilia Mariotto e Lisetta Delsoldato) Leggiamo così nel vangelo di Luca: Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova? (LC 15,4) Ma se ci pensiamo bene...chi di...

Chi era Melchisedec? La risposta degli Esseni di Qumran

Chi era Melchisedec? La risposta degli Esseni di Qumran

11QMelch - ossia Melchisedec della Undicesima grotta di Qumran - è una figura di mediatore angelico che tuttavia si colloca anche nel contesto di un intervento escatologico (=ossia negli ultimi tempi che gli esseni di Qumran credevano di vivere) di Dio stesso a cui...

La predestinazione tra il bene e il male: tra Qumran e i Vangeli

La predestinazione tra il bene e il male: tra Qumran e i Vangeli

La sigla del manoscritto trovato a Qumran - 1QS - indica il luogo in cui fu trovato: la prima grotta di Qumran; e al carattere del testo, regola, in ebraico Serek.  Infatti, vi è un'analogia tra il contenuto di questo manoscritto e le regole degli ordini monastici e...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Corpo e anima. Cos’è il corpo?

Il corpo: una parola importante che, nel corso del tempo, ha subito tante trasformazioni semantiche. La parola corpo viene dalla parola latina corpus che, a sua volta, traduce il verbo greco σῶμα soma  Questa parola assomiglia molto a sema che significa però "tomba"....

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

2 + 3 =

error: Il contenuto è protetto