La Bibbia e i tempi della nostra vita

3 Aprile 2020

Il capitolo 14 di Esodo narra l’attraversamento del Mar Rosso, evento unico nella Bibbia.

Il testo racchiude due concezioni diverse su come il Mar Rosso permise l’attraversamento a piedi degli Ebrei:

  • il mare si prosciugò poiché spirò un forte vento
  • il mare si divise in due

YHWH parla

Queste due presentazioni sono state sapientemente intrecciate da chi scrisse questo fondamentale capitolo della Bibbia. Vale allora la pena, di vedere ciò che conta al fine di capirne il messaggio.

I tre discorsi divini dividono il brano in tre parti:

  1. viene rivelato il piano di YHWH (14,1-4a) 
  2. di nuovo il piano di YHWH + l’intervento sul mare (14,15-18)
  3. solo l’intervento sul mare (14,26)

Al v. 13 corrispondono i vv. 30-31 dove viene confermato ciò che Mosè aveva detto; mentre la predizione di Mosè del 14 corrisponde al v. 25

Queste semplici osservazioni permettono di riconoscere tre parti del racconto:

  1. vv. 1-14
  2. vv. 15-25
  3. vv. 26-31

Ogni parte è legata ad un luogo e ad un tempo particolari. 

Il tempo dell’azione

Nel primo, dev’essere sera perché gli Israeliti preparano l’accampamento presso il mare; il secondo si svolge di notte (vv. 20-21) fino alla veglia del mattino; il terzo si svolge sull’altra sponda del mare ed inizia sul far del mattino. 

La redazione finale del racconto della Bibbia mostra bene i due piani dell’azione: 1. Dio comanda da dietro le quinte; 2. Israele ignora il piano divino. Mosè solo partecipa della conoscenza divina.

Ogni scena culmina con una confessione di fede:

  1. Mosè afferma, quando tutto sembra perduto, la sua fiducia in YHWH (vv. 13-14) – la notte in cui il Faraone sembra trionfare.
  2. Poi sono gli stessi egiziani a riconoscere la presenza di Dio (v. 25) – la veglia del mattino
  3. Poi anche gli Israeliti vedono e temono YHWH e il suo servo Mosè (v. 31) – l’aurora

La scansione del tempo della nostra vita

Il brano scandisce il tempo indicando uno schema esistenziale ben preciso.

La notte quando sembra tutto perduto e si è ad un bivio da cui si esce solo scegliendo una strada;

la veglia del mattino quando l’avversario è costretto ad arrendersi, quando la scelta fatta obbliga a chi la contrastava di cedere le armi e riconoscere la vittoria;

l’aurora di un nuovo giorno, di una nuova vita, della fiducia e della gioia per aver seguito la strada giusta che approda ai lidi della libertà.

Ora però questa libertà verra messa alla prova, perché quando si è liberi si può scegliere veramente cosa fare e a chi continuare ad affidarsi, senza la pressione di qualcuno che ci insegue!

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

La Torah come parola di Dio

La Torah come parola di Dio

Durante il Medioevo, la Torah era considerata invariabilmente la parola divina, immutabile e perfetta. Gli studiosi ebrei medievali, come Rashi (Rabbi Shlomo Yitzchaki, 1040-1105) e Maimonide (Rabbi Moshe ben Maimon, 1138-1204), hanno offerto interpretazioni...

Cos’è il “timore di Dio” (יִרְאַת יְהוָה)?

Cos’è il “timore di Dio” (יִרְאַת יְהוָה)?

La radice ebraica da cui deriva יִרְאָה è י-ר-א (Y-R-'), che implica una percezione profonda o una visione acuta. Nel contesto biblico, il termine può essere interpretato in vari modi, inclusi "timore", "rispetto", e "riverenza". Questa gamma di significati suggerisce...

Il mistero della colonna di nube e di fuoco

Il mistero della colonna di nube e di fuoco

Le espressioni ebraiche utilizzate per descrivere la colonna di nube e di fuoco sono "עַמּוּד הֶעָנָן" ('ammud he-'anan) e "עַמּוּד הָאֵשׁ" ('ammud ha'esh). "עַמּוּד" ('ammud) significa "colonna" o "pilastro", indicando una forma verticale solida e imponente....

I giganti che abitavano nell’antica Canaan

I giganti che abitavano nell’antica Canaan

Il capitolo tredicesimo del libro dei Numeri narra che, su comando divino, Mosè invia dodici esploratori, uno per ciascuna tribù di Israele, per osservare la terra di Canaan. Dopo quaranta giorni, gli esploratori ritornano con report di una terra fertile ma abitata da...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Vangeli e quantistica: un rapporto possibile?

La fisica quantistica ha rivoluzionato la nostra comprensione della realtà fisica, introducendo concetti come la superposizione e l'interconnessione a distanza. Allo stesso modo, il Regno dei Cieli (o di Dio) di cui parlano i Vangeli rappresenta una realtà che...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

7 + 4 =

error: Il contenuto è protetto