Corso di Ebraico: novità!

    Da ottobre anche in diretta live o in presenza Accanto e in modo complementare ai Corsi online con lezioni video registrate, a partire da ottobre 2020 ti offro anche nuove possibilità per imparare l’Ebraico, la lingua della Bibbia ebraica: >>Si tratta di lezioni individuali o di gruppo, con avviamento all’uso…

    Continua

    Qual è il nome di Dio in Ebraico?

    Alla scoperta del nome originale di Dio in Ebraico וַיֹּ֤אמֶר אֱלֹהִים֙ אֶל־מֹשֶׁ֔ה אֶֽהְיֶ֖ה אֲשֶׁ֣ר אֶֽהְיֶ֑ה וַיֹּ֗אמֶר כֹּ֤ה תֹאמַר֙ לִבְנֵ֣י יִשְׂרָאֵ֔לאֶֽהְיֶ֖ה שְׁלָחַ֥נִי אֲלֵיכֶֽם wayyòmer ‘elohìm ‘el-Moshèh ‘ehyèh ‘ashèr ‘ehyèh (Es 3,14) «Dio disse a Mosè: ??? » Qual è il nome del Dio d’Israele? Come si traduce l’espressione ‘ehyèh ‘ashèr ‘ehyèh?…

    Continua

    E se la traduzione del primo versetto della Bibbia fosse sbagliata?

    Le traduzioni della Bibbia, dipendono dall’inserimento delle vocali Affronto oggi, insieme a voi, un argomento piuttosto delicato. Si tratta, infatti, del versetto più famoso della Bibbia, il primo: In principio Dio creò il cielo e la terra (Genesi 1,1) Tutto dipende dalle vocali Ora, il testo ebraico “originale” era costituito…

    Continua

    Solo cieli e terra? (cfr. Genesi cap. 1, vers. 1)

    La quarta e la quinta parola della Bibbia ebraica – et hashamaìm weet haàrets – vengono generalmente tradotte nelle nostre bibbie con le seguenti parole: il cielo e la terra. Mentre per noi sono due termini distinti con due significati ben precisi, per gli ebrei “cielo e terra” costituivano invece…

    Continua

    Barà (Genesi cap. 1, vers. 1)

    La seconda parola della Bibbia ebraica è barà che, normalmente e giustamente, viene tradotta con “creare”: All’inizio del tempo, Dio creò … non parlerò di “che cosa” creò, ma del significato di questo verbo ebraico. Il verbo può essere tradotto, soprattutto all’interno del primo capitolo della Genesi, con questa frase:…

    Continua

    Le news di questa settimana commentate da Simone Venturini (28 settembre – 3 ottobre 2015)

    Il “coming out” di mons. Charamsa Ha, ovviamente, suscitato notevole scalpore la confessione bomba (atomica) fatta da un sacerdote teologo – Krzysztof Olaf Charamsa – che lavora alla Congregazione per la Dottrina della Fede. Prima attraverso un’intervista rilasciata al Corriere della Sera e poi in una Conferenza Stampa, dove il sacerdote ha presentato…

    Continua