La Bibbia degli Ebrei

    La Bibbia che fu chiamata Antico Testamento Gli ebrei chiamano il testo sacro “TANAK“, una sigla che viene dalle tre parti di cui è composta la loro Bibbia: Toràh (Le legge), Neviìm (I Profeti), Ketuvìm (Gli Scritti). La Toràh corrisponde esattamente al nostro Pentateuco (Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio). Nella Bibbia ebraica i Profeti sono divisi…

    Continua

    Luis Alonso Schökel: il Biblista poeta e l’importanza della simbologia

    Il 10 luglio 1998 si spegneva il Luis Alonso Schökel, aveva 78 anni; i suoi occhi erano affaticati per le molte letture, ma il vigore del suo spirito era rimasto integro e intatta la sua passione per la Parola di Dio. Tutta la comunità accademica del Pontificio Istituto Biblico si…

    Continua

    Elohim: un solo Dio? (Genesi cap. 1, vers. 1)

    La terza parola della Bibbia ebraica è Elohim: “Bereshit bara Elohim …” ecco la traduzione letterale: “In principio Dio creò …” Quindi proprio all’inizio del libro venerato dalle tre grandi religioni monoteiste c’è un riferimento al politeismo? Anzitutto, il verbo barà (creò) è al singolare, perciò l’autore della Genesi era…

    Continua

    Il Pentateuco – preliminari (Parte prima)

    Gli ebrei chiamano il testo sacro “TANAK“, una sigla che viene dalle tre parti di cui è composta la loro Bibbia: Toràh (Le legge), Neviìm (I Profeti), Ketuvìm (Gli Scritti). La Toràh corrisponde esattamente al nostro Pentateuco (Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio). Nella Bibbia ebraica i Profeti sono divisi in “anteriori” e “posteriori“. Gli anteriori sono…

    Continua