Fratelli che non si custodiscono più (Genesi cap. 4, vers. 9)

    Allora il Signore disse a Caino: «Dov’è Abele, tuo fratello?». Egli rispose: «Non lo so. Sono io il custode di mio fratello?». Dio pone di nuovo una domanda all’essere umano generato da Adamo. Anche a lui Dio pose una domanda: dove sei? Egli rispose (cfr. cap. 3) che si era nascosto, perché aveva…

    Continua

    Abele, un uomo “leggero” (Genesi cap. 4, vers. 2)

    Poi partorì ancora suo fratello Abele. Ora Abele era pastore di greggi e Caino lavoratore del suolo. Diversamente da Caino, il testo non fornisce alcuna spiegazione esplicita del nome Abele. Il nome viene dal verbo haval, che significa “leggerezza” ed è usato nel libro di Qoelet col significato di vanità, vacuità. Fondamentalmente, l’idea è quella…

    Continua