Qual è la vera natura del male?

    Puoi acquistare il mio libro su Amazon (clicca qui) oppure presso la Libreria Coletti, a Roma, in via della Conciliazione 3a (clicca qui). Nel mio libro tratto a lungo la questione del Male. Di seguito, un breve stralcio sulla natura del peccato:

    «Forse voi tutti siete abituati a pensare che il primo peccato vero sia quello di Adamo ed Eva, il cosiddetto “peccato originale”. Nel terzo capitolo della Genesi, il brano del giardino dell’Eden, della parola peccato non c’è traccia. Non c’è neppure la parola “trasgressione”, che molti usano per parlare dell’azione che commisero Adamo ed Eva. In quel brano si parla di qualcosa di diverso del peccato. Si parla di qualcosa che PUO’ diventare peccato, ma che in potenza è dentro ciascuno di noi e può essere anche qualcosa di positivo: il continuo superamento di se stessi. Ciò diventa un male, quando ci illudiamo di diventare come Dio.

    Di peccato vero si parla solo nel capitolo quarto della Genesi, il brano di Caino ed Abele. Qui, infatti, Dio dice a Caino – prima che commetta il fratricidio – che il peccato è accovacciato alla sua porta e che può dominarlo (Genesi 4,7), cosa che Caino, purtroppo, non farà. Qual è allora il primo peccato dell’uomo? Un omicidio, un fratricidio nella fattispecie. Questo è il vero MALE che possiamo compiere: quello di sottrarre la vita ad un altro essere umano. Il padrone della vita è solo Dio e a nessun essere umano spetta toglierla. Questo è il male archetipico che, come la trasgressione spinta agli eccessi, dimora nel cuore dell’uomo, nessuno escluso. Un conto però è pensare di uccidere una persona, un conto è commettere questo peccato. 

    Che c’entra allora il racconto del paradiso terrestre col Battesimo che toglie un “peccato” di cui in Genesi 3 non si parla, almeno in termini precisi? Ne parlai a suo tempo ne I grandi misteri irrisolti della Chiesa, dicendo che il Battesimo è piuttosto un’immersione della nostra vita in un contesto assai più grande, quello di Dio e della Vita intesa nel senso più alto e profondo del termine. Quale male può mai aver commesso un bambino appena nato? Egli eredita non il peccato, ma la spinta a trasgredire fino agli eccessi estremi, come pure la spinta ad usare violenza al prossimo, fino ad uccidere. Eredita queste tendenze perché anch’egli è un essere umano. Il Battesimo è il rito che permette all’uomo di rinascere non solo una volta, ma ogni giorno sulla base della parola eterna di Gesù Cristo. Di questo e dittamo altro parlo nel mio nuovo libro che ti consiglio di acquistare subito (clicca qui).

    Guarda se vuoi anche l’intervista esclusiva sul mio libro:

     

    Lascia un commento