Pregare è chiedere a Dio con fede

    Pregare con la certezza di essere connessi con Dio

    “Il brano biblico di Giacomo 5,15 ci svela l’identità della preghiera fatta con fede.

    Pregare con fede è assai più efficace di molti anni di preghiere fatte senza fede. Purtroppo però la nostra fede è generalmente assai poca!

    Non possiamo pretendere di ricevere qualcosa se non abbiamo fede ed è Gesù stesso che ce lo insegna.

    In Marco 11,24 egli dice: “tutto quello che domandate nella preghiera, abbiate fede di averlo ottenuto e vi sarà accordato”. Questa è la preghiera animata dalla fede.

    Il brano di Giacomo 1,6-8 ci spiega concretamente cosa significa. Ci sono due questioni fondamentali che riguardano la nostra fede in Dio: 1. Egli è in grado di realizzare ciò che chiediamo? 2. Dio vuole ciò che chiediamo?

    In Marco 9,14-29 leggiamo che la capacità di Gesù fu messa in discussione perché i discepoli non erano riusciti a guarire un ragazzo posseduto da uno spirito muto.

    Il problema non riguarda il potere di Dio, bensì solo la nostra miscredenza. Marco 1,40-45 tratta invece della questione se Dio voglia o meno guarirci.

    Molte persone travagliate dalla sofferenza o tormentate dalla frustrazione si lamentano che Dio non vuole ascoltarli. Come il lebbroso esse dicono: “Se tu vuoi puoi guarirmi”.

    La risposta di Gesù in Marco 1,41 [leggi il brano nella tua Bibbia] risolve la questione in modo definitivo!

    Questa è la nostra sfida di oggi. Dobbiamo credere in Lui e, attraverso la preghiera fatta con fede, dimostrare che Dio non solo vuole ma che è anche in grado di esaudirci nei momenti del bisogno”

    (Tratto da Colin Dye, Effective Prayer, London 2007, pp. 135-136; il libro esiste anche in versione italiana, clicca qui)

    Un commento:

    1. Pingback:cara merawat rambut rusak

    Lascia un commento