• us

Gli angeli caduti nei libri di Enoch: realtà o simbolo?

Simbolo che nei secoli ha preso consistenza o fantasia?

Anzitutto, ecco un brano altamente suggestivo tratto dai famosi libri di Enoch:

Ed accadde, da che aumentarono i figli degli uomini, che in quei tempi nacquero, ad essi ragazze di bell’aspetto.

E gli angeli, figli del cielo, le videro, se ne innamorarono e dissero fra loro: Venite, scegliamoci delle donne fra i figli degli uomini e generiamoci figli.

E disse loro Semeyaza, che era il loro capo: Io temo che può darsi che voi non vogliate che ciò sia fatto e che io solo pagherò il fio di questo grande peccato.

E tutti gli risposero e gli dissero: Giuriamo, tutti noi, e ci impegniamo che non recederemo da questo proposito e che lo porremo in essere. 

Allora tutti insieme giurarono e tutti quanti si impegnarono vicendevolmente ed erano, in tutto, duecento. 

E scesero in Ardis, cioè sulla vetta del Monte Armon, e lo chiamarono Monte Armon, poiché su esso avevano giurato e si erano scambiati promessa impegnativa.

E questi sono i nomi dei loro capi: Semeyaza, che era il loro capo, Urakibaramel, Akibeel, Tamiel, Ramuel, Danel, Ezeqeel, Suraquyal, Asael, Armers, Batraal, Anani, Zaqebe, Samsaweel, Sartael, Turel, Yomayael.

Questi sono i più importanti dei duecento angeli e, con loro, vi erano tutti gli altri.

E si presero, per loro, le mogli ed ognuno se ne scelse una e cominciarono a recarsi da loro. E si unirono con loro ed insegnarono ad esse incantesimi e magie e mostrarono loro il taglio di piante e radici.

Ed esse rimasero incinte e generarono giganti la cui statura, per ognuno, era di tremila cubiti. Costoro mangiarono tutto (il frutto del)la fatica degli uomini fino a non poterli, gli uomini, più sostentare.

E i giganti si voltarono contro di loro per mangiare gli uomini. E cominciarono a peccare contro gli uccelli, gli animali, i rettili, i pesci e a mangiarsene, fra loro, la carne e a berne il sangue. La terra, allora, accusò gli iniqui.

E Azazel insegnò agli uomini a far spade, coltello, scudo, corazza da petto e mostrò loro quel che, dopo di loro e in seguito al loro modo di agire (sarebbe avvenuto):

braccialetti, ornamenti, tingere ed abbellire le ciglia, pietre, più di tutte le pietre, preziose e scelte, tutte le tinture e (gli mostrò anche) il cambiamento del mondo. E vi fu grande scelleratezza e molto fornicare.

E caddero nell’errore e tutti i loro modi di vivere si corruppero. 

Amezarak istruì tutti gli incantatori ed i tagliatori di radici. Armaros (insegnò) la soluzione degli incantesimi. 

Baracca (istruì) gli astrologi. Kokabel (insegnò) i segni degli altri; Temel insegnò l’astrologia e Asradel insegnò il corso della luna. E per la perdita degli uomini, (gli uomini) gridarono e la loro voce giunse al cielo. (Libro di Enoch [Libro dei Vigilanti], Parte II, 6-8)

Libro di Enoch [Libro dei Vigilanti], Parte II, 6-8

La base di questo testo del Libro dei Vigilanti – ossia la prima parte del libro di Enoch – è il misterioso testo di Genesi:

Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. 

Allora il Signore disse: «Il mio spirito non resterà sempre nell’uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni».

C’erano sulla terra i giganti a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi

Gen 6,1-4

Il testo

Si tratta di un testo assai frammentario, come se rappresentasse l’estrema sintesi o la collazione di singoli brani di un testo assai più lungo.

Tra l’altro, la frase centrale – quella relativa all’abbassamento dell’età – spezza il pur tenue filo narrativo del brano.

Probabilmente, l’autore biblico non era interessato al tema mitico della caduta degli angeli, bensì a raccogliere materiale – presentato in modo grezzo e frammentario – per documentare ciò che voleva dire: 

la degenerazione dell’umanità dopo la cacciata dell’uomo dall’Eden e che porterà al diluvio.

Il testo di Enoch, invece, è probabilmente più completo è forse anche più antico. 

I libri di Enoch chiarificano cose oscure della Bibbia

Ciò non significa che sia più importante, solo che esso illustra meglio lo sfondo mitico che anche l’autore della Genesi avrebbe conosciuto.

Qui è assai chiara la distinzione tra i capi degli angeli figli del cielo e i giganti che sono il frutto dell’unione tra gli angeli e le donne della terra.

Molto interessante, a mio avviso, l’espressione figli del cielo a cui corrisponde l’espressione figli di Dio della Genesi.

Figli del cielo, figli di Dio

Perciò, ho motivo di ritenere che elohim sia qui reso con cieloQuesta intercambiabilità tra Dio cielo è altamente significativa e impedisce gli elohim in senso troppo concreto …

Anche nel testo di Enoch è ben presente il tema della generale perversione e degenerazione dell’umanità causata però – nella linea di pensiero del libro dei vigilanti – non dall’uomo, ma da una ribellione celeste.

Compare qui per la prima volta il nome – presente anche nella Bibbia – di Azazel, come uno degli angeli decaduti che insegna all’uomo l’arte della seduzione e della fornicazione. 

L’oppressione dei “Giganti”

Significativo, infine, è il grido che gli uomini alzano al cielo, poiché sfiniti dal dominio crudele dei giganti che giunsero a mangiare perfino le carni di uomini e animali.

Un grido che ricorre anche nella Bibbia, per esempio nel caso degli ebrei schiavi in Egitto.

Simbolo o realtà?

Si tratta di un linguaggio reale? Si tratta di cose veramente verificatesi? No! Solo di miti, ossia del modo in cui gli antichi ebrei spiegavano l’origine del male nel mondo.

Una questione che assilla anche noi, oggi. Da dove viene il male? Da Dio? Ne ho trattato a lungo, sia nei miei libri che nel blog a cui rimando la lettura.

La tradizione cristiana preleverà a mani piene da questi immagini. Il problema è che, però, secoli e secoli dopo, il Cattolicesimo trasformerà queste simboliche immagini in realtà quasi fisiche.

I commenti sono chiusi.