• us

Il rivestimento del cervello: prima parte

Nel cervello la centralina che comanda i rivestimenti del corpo

Siamo giunti all’ultima parte del cervello, quella che si è sviluppata per ultima e che, perciò, è la più recente: la corteccia cerebrale, che comanda tutte le parti del corpo costituite dal tessuto chiamato ectoderma.

Struttura

Come si vede nell’immagine, la corteccia riveste veramente tutto il cervello, comprese le parti interne dei due emisferi.

In effetti, la corteccia non solo scende dalla superficie verso la parte interna dell’emisfero, ma risale anche al suo interno, attraversando in parte anche la sostanza bianca.

Questa grande estensione della corteccia è suddivisibile in due parti:

  • la corteccia vera e propria;
  • la cosiddetta “perinsula”, ossia la parte più interna della corteccia e che risale nella sostanza bianca.

Questa suddivisione deriva dai vari tagli cerebrali, ossia gli strati del cervello, che la TAC – Tomografia Assio Computerizzata – mette in evidenza. È un po’ come se tagliassimo il cervello a fette e ne analizzassimo la struttura.

Le aree del “territorio”

In questo articolo, vedremo la seconda parte, la perinsula, suddivisa in parte destra e sinistra che comandano, rispettivamente, la parte sinistra e destra del corpo.

In queste due metà sono distribuiti i vari “centri di comando”, o relé, che governano le funzioni che si svolgono all’interno del branco, per gli animali e di una famiglia per gli esseri umani.

Questi relé governano le funzioni legate al territorio, quale area o zona che circonda la persona e che risulta più o meno adatta alla procreazione.

Il concetto di territorio va inteso anche nel senso di assumere una posizione adeguata, e quindi un’identità, all’interno del proprio gruppo di appartenenza.

Elenco delle parti del corpo governate dalla perinsula

L’elenco che segue, presenta i “relé” a partire dall’area frontale, scendendo verso il basso fino all’area occipitale, ossia la “nuca”. Cominciamo dalla parte destra:

  • dotti degli archi branchiali (epitelio interno a cellule piatte)
  • 1. muscolatura dei bronchi
  • 2. bronchi (epitelio interno a cellule piatte)
  • 3. arterie coronariche (epitelio interno a cellule piatte). Inoltre, questo relé comanda il ritmo lento del cuore (bradicardia ventricolare)
  • 4. stomaco, dotti biliari pancreatici (epitelio interno a cellule piatte)
  • 5. parte sinistra della vescica, bacinetto renale e uretere (epitelio interno a cellule piatte)
  • corteccia visiva, emiretine destre
  • emicorpi vitrei destri

Parte sinistra, sempre cominciando dalla parte frontale:

  • dotti della tiroide (epitelio interno a cellule piatte)
  • 1. muscoli della laringe e centro motorio della parola
  • 2. laringe (epitelio interno a cellule piatte)
  • 3. collo e orifizio dell’utero, vescicola seminale, vene coronariche (epitelio interno a cellule piatte). Inoltre, questo relé comanda il ritmo veloce del cuore (tachicardia ventricolare)
  • 4. retto (epitelio interno a cellule piatte)
  • 5. parte destra della vescica, bacinetto renale e uretere (epitelio interno a cellule piatte)
  • corteccia visiva, emiretine sinistre
  • emicorpi vitrei sinistri

Vi sono poi delle zone più interne, presentate sempre a partire dalla zona frontale, a destra:

  • smalto dei denti
  • isole beta di Langerhans (che comanda l’insulina)
  • area motoria gamba e piede sinistro
  • area sensoria gamba e piede sinistro
  • area del periostio gamba e piede sinistro

A sinistra:

Ora, i relé – sia a destra che a sinistra – numerati da 1 a 5 costituiscono le aree del territorio maschile, a destra e femminile a sinistra.

I commenti sono chiusi.