Perché nella Bibbia Dio appare come un guerriero? (Seconda parte)

    In Giosué 1-12 – i cosiddetti “racconti du conquista” – YHWH appare come un vero e proprio comandante militare. Egli è alla testa d’Israele e le sue battaglie terminano spesso con stragi e sterminii delle popolazioni canale. Si tratta di un grosso problema per la fede biblica, perché molti – per…

    Continua

    Corso sul Pentateuco – Esegesi di Esodo 14 – Il testo finale e il senso per la nostra vita

    Dopo aver preso in esame la composizione del testo, ossia dopo aver riconosciuto che in Esodo 14 sono presenti due testi e che questi racconti appartengono a orizzonti tematici e teologici diversi, ora individueremo il lavoro di chi ha messo insieme questi due racconti producendo il racconto che oggi compare…

    Continua

    Il sì, da Abramo a Maria (Seconda parte)

    Anche Giacobbe ripete “Eccomi”, in due momenti distinti, e cruciali, della sua vicenda. Giacobbe è una figura totalmente diversa rispetto al nonno Abramo, si potrebbe dire meno integra: la sua “fortuna” passa infatti attraverso una serie di azioni non sempre limpide ed esenti da possibili critiche. Ciò è un chiaro…

    Continua

    Perché nella Bibbia Dio appare come un guerriero? (Prima parte)

    Oggi vorrei iniziare una riflessione su un tema molto discusso, soprattutto tra coloro che – da una parte o dall’altra – sono legati ad una certa immagine di Dio per giustificare le proprie posizioni esistenziali. In ciò, seguo le illuminanti considerazioni di Thomas Römer, grande studioso di Antico Testamento e…

    Continua

    Corso sul Pentateuco – Esegesi di Esodo 14 – Rapporti con altri testi

    Dopo aver riconosciuto due diversi racconti fusi insieme nel capitolo 14, cerchiamo ora di vedere altro testi biblici simili. Il racconto della divisione o apertura del mare – ossia il vero e proprio miracolo – ricorda Es 7,1-5. Anche qui l’intervento di Dio – ossia le piaghe d’Egitto – è finalizzato al suo…

    Continua

    Il sì da Abramo a Maria (Prima parte)

    (A cura di Roberto Bisio) C’è una parola nella Bibbia che ricorre spesso e in momenti particolarmente importanti: Hinnenî, “Eccomi”, o meglio ancora, letteralmente, “Ecco me”. Rashì di Troyes afferma che Eccomi “è la risposta dei pii: l’espressione indica sottomissione e prontezza” (Commento alla Genesi 22,1). Sottomissione al progetto di Dio…

    Continua

    Corso sul Pentateuco – Esegesi di Esodo 14 – “Il prosciugamento del mare”

    In Esodo 14, come abbiamo detto, sono presenti due diversi racconti, fusi e adattati insieme dall’autore. Il primo, che abbiamo visto, è il racconto del vero proprio miracolo, la cosiddetta “apertura del Mar Rosso” attuata da Dio attraverso il suo servo Mosè. Il secondo, invece, è un miracolo un po’…

    Continua

    Lo straniero nella Bibbia

    Nell’Antico Testamento viene ricordato:“Non molesterai il forestiero né l’opprimerai, perché voi siete stati forestieri nel paese di Egitto”. Lo straniero, infatti, gode di una vera protezione giuridica. La ragione del rispetto sta anche nell’esperienza di migrante vissuta e sofferta dal popolo eletto: il popolo è invitato a ricordarsi delle sofferenze…

    Continua