• us

L’arroganza di chi usa Dio (Genesi cap. 4, vers. 24)

«Sette volte sarà vendicato Caino ma Lamech settantasette.» Così termina il terribile canto di Lamech ed è proprio alla fine che esso diventa la metafora piena di una cultura e di una società prossime al tramonto e alla distruzione. Qui Lamech riprende il tema della protezione divina concessa a Caino,…

Continua

Ciascuno di noi può essere un “satana” (Matteo cap. 4, vers. 10)

Ma Gesù gli rispose: «Vattene, satana! Sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto». Gesù chiama satana l’essere/entità con cui si è confrontato. Nel brano, viene chiamato in diversi modi: diavolo, tentatore ed ora satana. Anche questo nome è un titolo, un’etichetta più che una persona in carne ed…

Continua

La tentazione del politico (Matteo cap. 4, vers. 9)

«Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai» La gloria dei regni della terra che il “diavolo” aveva promesso a Gesù nel versetto precedente è quella umana, legata ai regni e alle province imperiali sulle quali l’Imperatore esigeva sottomissione e adorazione. Chi cerca di togliere Gesù dalla sua missione di…

Continua

È proprio vero che la violenza non paga? (Genesi cap. 4, vers. 22)

Zilla a sua volta partorì Tubalkàin, il fabbro, padre di quanti lavorano il rame e il ferro. La sorella di Tubalkàin fu Naama Gran parte delle ricostruzioni della storia antica, i progressi umani nella civilizzazione procedettero attraverso quattro periodi: l’età della pietra (100.000-4000 a.C.), l’età del rame (4000-3200 a.C.), l’età del bronzo (3200-1200 a.C.), l’età del ferro (1200 –…

Continua

Quando la fede diventa status sociale (Matteo ca. 4, versetto 7)

Gesù gli rispose: «Sta scritto anche: Non tentare il Signore Dio tuo» Questa è la risposta di Gesù al diavolo che gli aveva proposto di dare una prova spettacolare del suo status di “Figlio di Dio”. Gesù risponde al diavolo di non tentare Dio. Non gli dice non tentarmi, perché per Gesù l’essere figlio…

Continua