El Shadday (אֵל שַׁדַּי): cosa significa?

18 Ottobre 2023

Il nome ‘El Shadday – אֵל שַׁדַּי – è uno dei nomi di Dio in ebraico menzionati nella Bibbia ebraica. Questa espressione ebraica è stata tradotta dalla LXX (la versione greca della Bibbia ebraica) semplicemente con ὁ Θεός (Dio) oppure παντοκράτωρ “Onnipotente (cfr. Giobbe 5,17; 27,13; 32,8; 33,4; 34,10 e 37,22).

Nel Salmo 91,1 Shadday (senza “El”) viene tradotto come ouranos (Οὐρανός), cielo.

Ma limitandoci all’espressione ebraica, cosa significa ‘El Shadday?

Origine del titolo divino

Shadday potrebbe derivare dal verbo ebraico “shadad” – שָׁדַד– che significa “distruggere”, quindi “mio distruttore”.

Una seconda possibilità, attualmente ampiamente accettata, è che “shadday” sia collegato alla parola accadica “šadu” che significa “montagna”. Quindi “El Shaddai” si tradurrebbe in inglese come qualcosa del genere “Dio/El della montagna”.

C’è anche chi considera šadday” in relazione al “seno” – Dio del seno – perciò con una connotazione materna. Questo nome esprime l’idea di Dio che nutre e fornisce protezione, simile a una madre che allatta e offre sicurezza ai suoi figli.

Infine, il termine שַׁדַּי potrebbe suggerire la costruzione della preposizione ש (sh) + דַּי (day), a significare “abbastanza, che basta” (Cfr. Malachia 3,10). In tal caso, l’idea che questo termine esprime di Dio è la sua assoluta autosufficienza.

Brani biblici in cui compare il termine

Come El Shaddai, Dio si è manifestato ai patriarchi (Esodo 6,3), in particolare ad Abramo (Genesi 17,1), a Isacco (Genesi 28,3) e a Giacobbe (Genesi 35,11; Genesi 43,14; Genesi 48,3).

Il contesto per la maggior parte di questi riferimenti è l’alleanza, più precisamente il comando di obbedienza e fedeltà da parte del vassallo e la promessa di discendenza da parte di Dio.

Questi uomini di fede non guardavano ai monti per trovare fiducia e sicurezza, ma al Dio di quei monti, il Signore della montagna (Salmo 121,1-2).

L’identificazione con YHWH è chiara in Esodo 6,3, che collega la rivelazione di Dio agli antenati tramite il nome di El Shaddai a Israele nel periodo di Mosè.

Il suo uso in testi poetici è notevole, così come la sua associazione con la creazione e la benedizione (Genesi 49,25). Il nome compare anche in relazione al profeta non israelita Balaam (Numeri 24,4, 16), al v. 16 il titolo è equiparato a El Elyon.

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

Impara l’Ebraico per non dover seguire i soliti guru

Impara l’Ebraico per non dover seguire i soliti guru

Se vuoi scoprire il significato originale della Bibbia, aldilà di mistificazioni e indottrinamenti, per arricchire la tua vita di un senso più profondo, sai quanto è importante lo studio dell’ebraico antico con un metodo semplice e immediato e che dia risultati...

Riflessioni su alcuni elementi del testo ebraico di Sodoma e Gomorra

Riflessioni su alcuni elementi del testo ebraico di Sodoma e Gomorra

Nel racconto biblico di Genesi 18,20-32, Abramo si interpone tra Dio e gli abitanti di Sodoma e Gomorra, insistendo ripetutamente sulla possibilità di trovare giusti nella città. La sua perseveranza nel cercare di salvare anche un piccolo numero di innocenti, persino...

Il simbolismo del deserto (midbar – מִדְבַּר) nella Bibbia

Il simbolismo del deserto (midbar – מִדְבַּר) nella Bibbia

Il deserto, termine ebraico "midbar" (מִדְבַּר), è strettamente collegato per assonanza a "davar" (דָבָר), che significa "parola". Questa associazione linguistica riflette un profondo legame simbolico: il deserto come luogo del parlare divino. Qui, lontano dalle...

La storia del sacerdote Eli al santuario di Silo

La storia del sacerdote Eli al santuario di Silo

Eli - in Ebr. אֵלִי [YHWH] è esaltato - era un sacerdote che presiedeva al tempio a Silo - uno dei più antichi santuari d'Israele - dove l'Arca dell'Alleanza era custodita. La storia di Eli è descritta nei primi capitoli del Primo Libro di Samuele (cc. 1-4). Eli aveva...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

La stella di Betlemme: scienza o mistica?

Quando la vita di un uomo scorre felice e senza problemi, si dice che quella persona è nata sotto una buona stella. In effetti, per gli antichi, il momento della nascita corrispondeva a una certa configurazione astrale, con un significato preciso per il futuro del...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

14 + 8 =

error: Il contenuto è protetto