Da dove viene l’attuale divisione della Bibbia in capitoli e versetti?

13 Ottobre 2023

La Bibbia Ebraica ha radici antiche che risalgono a migliaia di anni fa. La sua composizione è stata un processo lungo e complesso, con i primi testi scritti in ebraico antico su cocci di terracotta o pergamene. La formazione di questi testi è attribuita a vari autori e redattori, con diverse fasi di composizione.

Suddivisioni del testo successive

Mentre i testi originali erano privi di divisione in versetti o capitoli – probabilmente il testo era nella cosiddetta scriptio continua, ossia senza alcuna suddivisione, neppure tra le parole – queste suddivisioni furono aggiunte in seguito per facilitare la lettura, lo studio e i servizi cultuali. Ecco le più importanti divisioni:

Sedarim

Questa divisione – da seder “ordine” – riflette la lettura triennale della Torah nelle sinagoghe ai tempi dei Masoreti (VI-X secolo). Nella Torah se ne contano 150.

Parashot petuchot

L’espressione “parashot petuchot” significa “sezioni aperte”. Questa è una forma di divisione del testo che indica l’inizio di una nuova sezione o un nuovo passo del testo.

Una “parashah” – פָּרָשָׁה  – è essenzialmente una sezione che solitamente inizia una nuova storia, argomento o legge. Questa divisione è segnata da uno spazio bianco o una lettera più grande all’inizio di una nuova riga nel manoscritto.

Le “parashot petuchot” sono spesso utilizzate per indicare una pausa logica o tematica nel testo e sono utili per scopi di studio e insegnamento. Rappresentano un’opportunità per i lettori di riflettere sul contenuto che stanno per affrontare e per comprendere meglio il contesto delle parole successive.

Setumot

“Setumot” significa “sezioni chiuse” in ebraico. Questa divisione è utilizzata per indicare una pausa più marcata o una separazione significativa all’interno del testo. Mentre le “parashot petuchot” indicano una pausa logica, le “setumot” indicano una pausa più formale o un cambiamento più drastico nell’argomento o nel contesto.

L’uso di “setumot” e “parashot petuchot” nella Torah è importante non solo per una comprensione chiara del testo, ma anche per fini liturgici e liturgici nella tradizione ebraica.

Queste divisioni consentono di leggere la Torah pubblicamente nelle sinagoghe, con una chiara indicazione di quando interrompere la lettura per poi riprenderla.

Inoltre, queste suddivisioni aiutano a enfatizzare i punti chiave all’interno del testo e contribuiscono a una comprensione più approfondita della Bibbia ebraica nella sua interezza.

Suddivisione in capitoli

La divisione in capitoli della Bibbia nelle lingue moderne è basata sulla tradizione introdotta dalla divisione dei capitoli realizzata da Stephen Langton, un arcivescovo di Canterbury nel XIII secolo.

La divisione dei capitoli, come quella dei versetti, è stata concepita per facilitare la lettura, la citazione e lo studio dei testi biblici. La divisione dei capitoli, tuttavia, può variare leggermente tra diverse traduzioni della Bibbia, poiché alcune confessioni religiose hanno adottato divisioni leggermente diverse.

Suddivisione in versetti

Una prima suddivisione presente nei manoscritti ebraici e introdotta dai Masoreti, è indicata da due puntini – come i nostri due punti ed è chiamata “sof pasuq” e significa “fine del versetto”.

Su questa antica base, Sante Pagnini all’inizio del XVI secolo suddivise poi la Bibbia ebraica in versetti. Tale suddivisione è quella che ancor oggi compare nelle nostre bibbie.

Utilità della divisione in capitoli e versetti

La divisione in capitoli e versetti serve a scopi pratici e organizzativi. Alcune delle sue funzioni principali includono:

Facilitare la lettura e la citazione: i capitoli e i versetti consentono ai lettori di individuare facilmente parti specifiche del testo biblico. Questa divisione aiuta anche a semplificare le citazioni e i riferimenti ai passaggi biblici.

Studi biblici e predicazione: la divisione facilita lo studio biblico e la preparazione di sermoni, consentendo ai leader religiosi di trattare argomenti specifici.

Lettura pubblica: la divisione in capitoli infine è particolarmente utile durante la lettura pubblica della Bibbia nelle cerimonie religiose.

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

Riflessioni su alcuni elementi del testo ebraico di Sodoma e Gomorra

Riflessioni su alcuni elementi del testo ebraico di Sodoma e Gomorra

Nel racconto biblico di Genesi 18,20-32, Abramo si interpone tra Dio e gli abitanti di Sodoma e Gomorra, insistendo ripetutamente sulla possibilità di trovare giusti nella città. La sua perseveranza nel cercare di salvare anche un piccolo numero di innocenti, persino...

Il simbolismo del deserto (midbar – מִדְבַּר) nella Bibbia

Il simbolismo del deserto (midbar – מִדְבַּר) nella Bibbia

Il deserto, termine ebraico "midbar" (מִדְבַּר), è strettamente collegato per assonanza a "davar" (דָבָר), che significa "parola". Questa associazione linguistica riflette un profondo legame simbolico: il deserto come luogo del parlare divino. Qui, lontano dalle...

La storia del sacerdote Eli al santuario di Silo

La storia del sacerdote Eli al santuario di Silo

Eli - in Ebr. אֵלִי [YHWH] è esaltato - era un sacerdote che presiedeva al tempio a Silo - uno dei più antichi santuari d'Israele - dove l'Arca dell'Alleanza era custodita. La storia di Eli è descritta nei primi capitoli del Primo Libro di Samuele (cc. 1-4). Eli aveva...

Come va interpretata la Bibbia?

Come va interpretata la Bibbia?

Da secoli essa è al centro di dibattiti non solo riguardo ai suoi contenuti e alle sue dottrine, ma anche intorno al modo in cui interpretarla. Il modo in cui la leggono gli Ebrei Gran parte degli Ebrei interpretano le Sacre Scritture - che corrisponde grosso modo al...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

La stella di Betlemme: scienza o mistica?

Quando la vita di un uomo scorre felice e senza problemi, si dice che quella persona è nata sotto una buona stella. In effetti, per gli antichi, il momento della nascita corrispondeva a una certa configurazione astrale, con un significato preciso per il futuro del...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

9 + 10 =

error: Il contenuto è protetto