Cosa significa la parola alleanza (בְּרִית) nella Bibbia?

24 Novembre 2023

Il termine ebraico בְּרִית (berit) deriva dalla radice verbale בָּרָה (barah), che significa “tagliare” o “intagliare”.

La connessione tra la radice בָּרָה e il concetto di בְּרִית può essere compresa considerando la pratica culturale dell’antico Medio Oriente in cui le parti coinvolte in un patto o un accordo tagliavano un animale in due e passavano tra le due metà come simbolo della loro impegno.

Nel contesto della בְּרִית biblica, questo atto simbolico di tagliare un animale e passare attraverso le sue parti indicava un impegno solenne e un patto irrevocabile (cfr. per es. Genesi 15). La בְּרִית, quindi, rappresenta un legame stretto, un’associazione indelebile tra le parti coinvolte in cui il taglio dell’animale simboleggia l’impegno profondo e duraturo.

Per questi motivi il termine viene generalmente tradotto con “alleanza”.

Nel Pentateuco

Uno dei contesti più significativi in cui incontriamo il termine בְּרִית è nei primi cinque libri della Bibbia, noti anche come Pentateuco. In Genesi, ad esempio, leggiamo della בְּרִית tra Dio e Noè dopo il diluvio, dove il simbolo di questa alleanza è l’arcobaleno (Genesi 8).

Tuttavia, è nel libro dell’Esodo che la בְּרִית assume un ruolo centrale nella storia di Israele. Il patto al Sinai (cfr. Esodo 19-24) tra Dio e il popolo guidato da Mosè, rappresenta un momento cruciale. Qui, Dio dà i Dieci Comandamenti come base della בְּרִית, istituendo un insieme di leggi etiche e morali che devono guidare la vita del popolo ebraico:

Mosè salì verso Dio e il Signore lo chiamò dal monte, dicendo: «Questo dirai alla casa di Giacobbe e annuncerai agli Israeliti: Voi stessi avete visto ciò che io ho fatto all’Egitto e come ho sollevato voi su ali di aquile e vi ho fatti venire fino a me.

Ora, se vorrete ascoltare la mia voce e custodirete la mia alleanza, voi sarete per me la proprietà tra tutti i popoli, perché mia è tutta la terra! Voi sarete per me un regno di sacerdoti e una nazione santa. Queste parole dirai agli Israeliti».

Mosè andò, convocò gli anziani del popolo e riferì loro tutte queste parole, come gli aveva ordinato il Signore. Tutto il popolo rispose insieme e disse: «Quanto il Signore ha detto, noi lo faremo!». Mosè tornò dal Signore e riferì le parole del popolo.

Esodo 19,3-7

Nei profeti

Nel contesto dei profeti, vediamo spesso la בְּרִית riferirsi a una relazione rinnovata tra Dio e il suo popolo. Nel libro del profeta Geremia, troviamo la promessa di una “nuova בְּרִית” che sarà scritta nei cuori delle persone, sottolineando un cambiamento interiore e un rinnovamento spirituale:

Ecco, i giorni vengono», dice il SIGNORE,
«in cui io farò un nuovo patto (בְּרִית)
con la casa d’Israele e con la casa di Giuda;
non come il patto che feci con i loro padri
il giorno che li presi per mano
per condurli fuori dal paese d’Egitto:
patto che essi violarono,
sebbene io fossi loro signore», dice il SIGNORE;
«ma questo è il patto che farò con la casa d’Israele,
dopo quei giorni», dice il SIGNORE:
«io metterò la mia legge nell’intimo loro,
la scriverò sul loro cuore,
e io sarò loro Dio,
ed essi saranno mio popolo.
Nessuno istruirà più il suo compagno
o il proprio fratello, dicendo:
“Conoscete il SIGNORE!”,
poiché tutti mi conosceranno,
dal più piccolo al più grande», dice il SIGNORE.
«Poiché io perdonerò la loro iniquità,
non mi ricorderò del loro peccato».

Geremia 31,31-34

Altri testi biblici

Alleanza con Noè (Genesi 9,8-17): Dio fa una בְּרִית con Noè dopo il diluvio. L’arcobaleno diventa il segno visibile di questa בְּרִית, simboleggiando l’impegno divino di non distruggere mai più tutta la terra con un diluvio.

Con Davide (2 Samuele 7,8-16): Dio fa una בְּרִית eterna con il re Davide, promettendo che la sua discendenza avrà un regno eterno. Questo passo è importante perché stabilisce la fondazione della promessa messianica che trova adempimento in Gesù Cristo secondo il Nuovo Testamento.

Nei Salmi (Salmo 105,8-10): Il Salmo 105 celebra la fedeltà di Dio nella sua בְּרִית con Abramo, Isacco e Giacobbe. Questo salmo funge da memoriale della storia della בְּרִית attraverso le generazioni di Israele.

Nel Nuovo Testamento (Luca 22,20): nel contesto della cena ebraica di Pasqua, Gesù utilizza la terminologia בְּרִית per descrivere il suo sangue versato per molti a scopo di perdono dei peccati. Questo collega la בְּרִית biblica alla redenzione attraverso il sacrificio di Gesù.

Simone Venturini

Simone Venturini

Simone Venturini, nato a Fano, Biblista e Professore di Ebraico e Studi biblici è da sempre in prima linea nel settore della divulgazione e della formazione. Vive a Roma insieme alla sua famiglia ed ha ricoperto ruoli importanti nelle più prestigiose università e istituzioni pontificie di Roma. La sua mission è quella di dare alla gente gli strumenti indispensabili per approfondire la Bibbia e capire il senso della vita e della storia.

il nome

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Se vuoi verificare il significato originale della Bibbia, per capire meglio cosa accade nel mondo e uscire dall’ansia della precarietà, di una vita senza radici, il video corso di ebraico antico è ciò che fa per te!

CORSO BIBLICO

Pensi che la Bibbia sia un libro che parli solo del passato? Credi che la Bibbia non abbia nulla a che fare con la tua vita, oggi? Scopri il corso che ti farà cambiare idea e crollare tanti luoghi comuni

Articoli correlati

La Torah come parola di Dio

La Torah come parola di Dio

Durante il Medioevo, la Torah era considerata invariabilmente la parola divina, immutabile e perfetta. Gli studiosi ebrei medievali, come Rashi (Rabbi Shlomo Yitzchaki, 1040-1105) e Maimonide (Rabbi Moshe ben Maimon, 1138-1204), hanno offerto interpretazioni...

Cos’è il “timore di Dio” (יִרְאַת יְהוָה)?

Cos’è il “timore di Dio” (יִרְאַת יְהוָה)?

La radice ebraica da cui deriva יִרְאָה è י-ר-א (Y-R-'), che implica una percezione profonda o una visione acuta. Nel contesto biblico, il termine può essere interpretato in vari modi, inclusi "timore", "rispetto", e "riverenza". Questa gamma di significati suggerisce...

Il mistero della colonna di nube e di fuoco

Il mistero della colonna di nube e di fuoco

Le espressioni ebraiche utilizzate per descrivere la colonna di nube e di fuoco sono "עַמּוּד הֶעָנָן" ('ammud he-'anan) e "עַמּוּד הָאֵשׁ" ('ammud ha'esh). "עַמּוּד" ('ammud) significa "colonna" o "pilastro", indicando una forma verticale solida e imponente....

I giganti che abitavano nell’antica Canaan

I giganti che abitavano nell’antica Canaan

Il capitolo tredicesimo del libro dei Numeri narra che, su comando divino, Mosè invia dodici esploratori, uno per ciascuna tribù di Israele, per osservare la terra di Canaan. Dopo quaranta giorni, gli esploratori ritornano con report di una terra fertile ma abitata da...

SCOPRI I TESORI DELLA BIBBIA EBRAICA

CON I MIEI CORSI

CORSO DI EBRAICO ANTICO

Un corso unico, che ti consente di imparare l’ebraico in maniera basilare fin dal primo livello. Dalla Genesi, ai profeti, ti do le chiavi del tuo mondo interiore…

CORSO BIBLICO

Una vera e propria scuola di interpretazione biblica. Ogni testo viene studiato a più livelli, attualizzandolo e portandolo direttamente alla tua esperienza di vita.

biblepedia

La Bibbia come non te l’hanno mai spiegata

Vangeli e quantistica: un rapporto possibile?

La fisica quantistica ha rivoluzionato la nostra comprensione della realtà fisica, introducendo concetti come la superposizione e l'interconnessione a distanza. Allo stesso modo, il Regno dei Cieli (o di Dio) di cui parlano i Vangeli rappresenta una realtà che...

COME POSSO AIUTARTI?

Privacy Policy

5 + 6 =

error: Il contenuto è protetto